"Come Miss Italia non potevo frequentare"

Una Miss alle prese con la maturità classica: molto lavoro e poco tempo per le lezioni, ma alla fine si è diplomata lo stesso. Incubi? Greco e latino, ma una passione per la storia

Francesca Chillemi, come passa la notte prima degli esami la Miss Italia in carica?
«In tensione... Sia per gli esami, sia per il lavoro. Ero preoccupata di non poter superare la maturità classica. Ma ho studiato, e alla fine mi sono resa conto che gli esami non sono così difficili».

Quindi quando ha vinto il concorso, era ancora al liceo.
«Ho vinto a settembre e a giugno avevo la maturità. Durante l’anno lavoravo e non potevo frequentare la scuola. E la mia Barcellona, in Sicilia, l’ho vista poco. Ho dovuto studiare da privatista».

Come se la cavava a scuola?
«Sono sempre stata una ragazza tranquilla e studiavo il giusto. Certo, non avevo voti strepitosi: non frequentando avevo quello che mi meritavo».

E prima?
«Al ginnasio non andavo bene in greco e latino, perché non mi piaceva la grammatica, ma nemmeno inglese e matematica mi piacevano molto. Adoravo invece la storia».

Adesso cosa fa?
«Per ora solo lavoro. In questo momento sono al Cairo, non ho tempo per nulla».