La Miss mollata e quella licenziata Che cosa succede dopo la ribalta?

Il moroso di Ylenia De Valeri l’aveva avvertita: «Se partecipi al concorso ti lascio». Isabella Fantino ci ha rimesso il posto da cassiera

Nino Materi

da nostro inviato a Salsomaggiore

Il ragazzo che ha lasciato una sventola come Ylenia De Valeri lo vorremmo conoscere. Per domandargli, da uomo a uomo: «Ma una fidanzata così, quando la trovi più?».
All’ex moroso di Miss Lazio (giunta a un passo dall’elezione a più bella del reame) va comunque dato atto di essere un tipo coerente; lui, infatti, alla partecipazione di Ylenia alle «Olimpiadi della bellezza» era sempre stato contrario, tanto da minacciare l’aspirante reginetta: «Se vai a Salsomaggiore ti lascio!». Conscia del fatto che lei un nuovo spasimante lo trova dove, come e quando vuole, la signorina De Valeri ha però fatto finta di non sentire, riempiendo la valigia dell’armamentario necessario a renderla ancora più fascinosa. Ylenia è riuscita quasi a fare bingo, fermandosi a un soffio dall’incoronazione ad opera di Sylvester Stallone. Ma il fidanzato non si è rasserenato, anzi ogni volta che Ylenia andava avanti di sfida in sfida il sangue gli saliva alla testa: «Io questa la mollo!». E così è stato. Una scelta difficile considerato il capolavoro di estetica incarnato da Ylenia; un calcio alla fortuna (come quella di poter trascorrere indimenticabili momenti con Ylenia) che ha fatto guadagnare all’inflessibile «Otello» gli onori (?) della cronaca. Una «fama» che ha superato i confini laziali approdando sulla stampa nazionale. Titolo: «Se partecipi ti lascio. E Ylenia perde l’amore». Testo: «Ylenia De Valeri, 23 anni, di Roma, in gara con il numero 32, è stata lasciata dal suo ragazzo che, geloso, non voleva che lei partecipasse al concorso». Seguono importanti dettagli: «Alla corte di Mirigliani Ylenia era già arrivata nel 2002, ma poi si era ritirata. Si è ripresentata quest’anno perché aspira a lavorare in televisione. Il suo sogno è fare la presentatrice. In questi 4 anni, in attesa di ripresentarsi a Miss Italia, ha avuto il tempo di laurearsi in Economia».
C’è poi chi sull’altare di Miss Italia ha sacrificato addirittura un posto di lavoro, benché a «tempo determinato». È accaduto a Isabella Fantino, in gara con il numero 48. Venticinque anni, una delle più anziane del concorso, Miss Valle d’Aosta, lavorava come cassiera - pardon, «hostess di cassa» - in un grande magazzino di Cuneo, la sua città. Le cronache raccontano che «aveva chiesto tre settimane di ferie per partecipare prima alle prefinali di Jesolo e poi alle finali di Salsomaggiore». E qui ecco l’imprevisto: «Ma il datore di lavoro non gliele ha concesse e allora lei si è licenziata». Per Isabella partecipare a Miss Italia era il sogno che coltivava fin da bambina, adesso che lo realizzato dovrà però trovarsi un nuovo impiego. Graziosa com’è non le sarà certo difficile.
Nessun problema occupazionale, invece, per Valentina Delbarba la Miss Lombardia di Palazzolo (Brescia) in gara con la coccarda numero 84: ha deciso di tornare ad aiutare il papà che gestisce in paese un chiosco di gelati. Da oggi a servire coni e coppette ci sarà anche lei, prevedibilmente sommersa dai complimenti, abbracci e baci: sulla castità di questi ultimi provvederà mamma Carmen.
A fare i conti con la «Sindrome da riflettori spenti» sarà pure la sola concorrente «mamma e moglie» che ha sfilato a Salsomaggiore: è Gloria Nicoletti, 26 anni, romana anche se eletta col titolo di Miss Basilicata. Già da due giorni tutte le sue attenzioni sono tornate a concentrarsi sui suoi «tesori» di famiglia: il marito, medico ortopedico, e la figlioletta Paola di 5 anni. Che, quando Gloria è tornata a casa, le ha subito consegnato la fascia di «Mamma più bella d’Italia, anzi del mondo!».