La miss della porta accanto

nostro inviato a Salsomaggiore

Per il funzionario Rai di stanza a Salsomaggiore si tratta di un «successo», anzi di un «trionfo»; tutti quelli che sanno appena fare 2+2 parlano invece di un «fiasco», anzi di un «flop». Nella certezza che la matematica non può essere opinabile, ecco le cifre dell’ultimo atto di Miss Italia, edizione 2007: rispetto all’anno scorso una differenza di 5 punti e oltre un milione di telespettatori in meno. Tutti d’accordo quindi? Neanche per sogno, in Rai il bicchiere mezzo pieno si illudono di vederlo stracolmo.
Paolo De Andreis, capo struttura «termale» di Raiuno, ringrazia la sua Jurassic Family che tanto ha contribuito a rendere «memorabile» la serata finale di Miss Italia: una squadra che sembrava la succursale di Villa Arzilla con Mike Bongiorno (83 anni), Loretta Goggi (56), Pippo Baudo (71), Gianni Morandi (63) e via invecchiando. «Parlare di tracollo per un programma che passa dal 37 al 32% di share è assurdo, cosa dire allora se scende al 22%?». Una considerazione che ricorda quella di un allenatore di calcio che, perdendo una partita 2 a 0, commentò: «È andata bene, perché potevamo perdere 5 a 0».
Va detto che quest’anno la trasmissione ha accusato anche una serie di defaillance tecniche con una regia che inquadrava una persona mentre parlava un’altra, clamorosi svarioni al mixer audio e noiosi collegamenti a misura di sponsor che hanno fatto infuriare anche Mike che è sbottato in diretta: «È la terza volta che facciamo vedere come fanno lo shampoo i parrucchieri, basta!». Del resto mister Allegria lo aveva annunciato fin dall’inizio: «Quattro ore di spettacolo sono assurde, nessuno è in grado di rimanere davanti al video tanto tempo. Bisognerebbe rendere il programma molto più agile, veloce». Ma da questo orecchio Rai e Miren non ci sentono. Gli inserzionisti pubblicitari sono troppo importanti e vanno «curati» anche a costo di trasformare il tutto in un polpettone indigesto.
E i risultati si sono visti. «Non si può parlare di “crisi” - si consolano in Rai -, anche perché gli ascolti di questi ultimi tempi nelle trasmissioni sono molto bassi e non è facile arrivare oltre il 30% con uno spettacolo di intrattenimento». Soprattutto quando gli unici argomenti per finire sui giornali sono legati alle «inquadrature del lato b» e alle bizze di star anzianotte.
«Ma ora basta con Miss Italia 2007, da oggi già pensiamo all’edizione del prossimo anno», ha concluso il capo struttura di Raiuno. Più che un annuncio, sembra una minaccia.
Ma nel giorno del commiato non si è parlato solo di numeri. Si sono versate anche calde lacrime. A commuoversi è stato ancora una volta Mike Bongiorno: «Loretta Goggi ha perso l’ultima occasione per farmi le scuse». Lei gli ha espresso «affetto» parlando con alcuni giornalisti, ma non si è scusata. «Sono molto dispiaciuto e amareggiato - ha detto Mike - mi aspettavo che mi chiedesse scusa e non l’ha fatto. E non dimentichiamo che sono stato io a riportarla in Rai, loro proponevano altri nomi».
«Ho cominciato con Allegria! e finisco in tristezza - ha aggiunto Mike -. Ci sono state cose meno belle, altre molto belle. Faccio un bilancio generale e alla fine sono felice di aver accettato questo incarico. Adesso torno a casa e riprendo il mio posto a Mediaset».
A pochi metri da lui Loretta annunciava: «Domani torno finalmente al mio amato spettacolo teatrale». Separati e contenti. Finalmente.