La «Mission impossible» del tesoriere Sposetti nel cine-calendario dei Ds

Lo scopo dei lavoratori dei Democratici di sinistra è benefico. Raccogliere fondi per sostenere la casa di accoglienza Bellosguardo dell’ospedale Bambino Gesù di Roma. E molto veltroniana, in omaggio alla cinefilia del leader del Pd, è anche la scelta di fare un calendario con le locandine rivedute e corrette di grandi capolavori del cinema. Certo, su qualcuno dei titoli scelti, ci sarebbe da ricamar su: «L’Armata Brancaleone», ad esempio, con il Pd allo sbando, forse non è affatto casuale. Così come «Per un pugno di dollari», che viste le tangentopoli sparse più di un pensiero malevolo lo ispira. Quanto mai significativa, poi, la copertina, con un’accoppiata cinematografica che da sola dice tutto: «Tutti insieme appassionatamente», in alto, e sotto un più che eloquente: «Non ci resta che piangere».
L’iniziativa è dei lavoratori dei Ds, che dal sito formulano gli «auguri per l'anno nuovo! Ma nuovo davvero! Auguri per nuovi entusiasmi, per nuove passioni, per nuove speranze e nuovi traguardi. Auguri per il 2009». In campo a mettere i propri volti sulle locandine di film celebri sono scesi proprio tutti. A cominciare dal tesoriere, Ugo Sposetti, protagonista del mese di gennaio e con una cover più che significativa: quella di «Mission: impossible». Poi, alla spicciolata, gli altri quadri dirigenziali del partito, dal coordinamento ai funzionari addetti all’organizzazione di pranzi e cene.