Missione lombarda al Columbus Day

Valentini, Pdl: "A New York per promuovere il made in Lombardy". 

di Beatrice Bedeschi

Mancano pochi cinque giorni al consueto appuntamento annuale con il Columbus Day di New York, la festa che celebra lo scopritore dell’America Cristoforo Colombo. Una ricorrenza che vede ogni anno la partecipazione di una nutrita rappresentanza italiana: stavolta alla parata per le vie della Grande Mela ci sarà la banda mantovana di Guidizzolo, che accompagnerà con le proprie musiche un palcoscenico in movimento realizzato dalla sartoria Brancato in collaborazione con il Teatro alla Scala e il Piccolo Teatro di Milano. Numerosi anche i politici in trasferta: fra gli altri gli azzurri lombardi Paolo Valentini, capogruppo regionale, ed Enzo Lucchini, vice presidente del Consiglio Regionale.

"Negli anni – ha spiegato Valentini – il Columbus Day ha rappresentato un’occasione di proficuo scambio. Le realtà imprenditoriali del nostro territorio hanno avuto la possibilità di promuovere la propria attività". Sulla trasferta bipartisan non mancano però le polemiche: secondo il quotidiano Repubblica costerà complessivamente alla Lombardia oltre 160mila. Secca la replica del consigliere di An Silvia Ferretto, che ha precisato che le spese per volo e albergo solo interamente a suo carico.