Missione siberiana per il governatore

Formigoni si prepara a una nuova missione politico-economica in Russia. «Guiderò personalmente una delegazione rappresentativa di tutto il sistema lombardo, mondo delle imprese, sistema fieristico e istituzioni scientifiche e culturali. L’obiettivo è rilanciare una cooperazione sempre più intensa, nella consapevolezza di tutte le opportunità che la Federazione russa può offrire» spiega il presidente della Regione. La missione, in programma all’inizio di giugno, toccherà Mosca, San Pietroburgo e Novosibirsk, in Siberia. Si concentrerà su ambiti quali sanità, biotecnologie, agro-alimentare, turismo, energia, moda, arredamento e università. Quanto agli allarmi sulla mancanza di libertà che rimbalzano da Mosca, Formigoni invita a «considerare che la democrazia russa è una democrazia giovane e a incoraggiare con forza la crescita della Russia e della democrazia al suo interno». In questo spirito - aggiunge - vanno le missioni della Regione: «Ci sono alcuni punti di dissenso che non vanno nascosti, ma stiamo attenti a non buttare il bambino con l’acqua sporca».