Mississippi burning, Ku Klux Klan in azione

Giugno 1964: un’automobile con tre attivisti per i diritti civili arriva a Jessup, nel Mississippi. I tre ragazzi, due ebrei e un afroamericano, scompaiono misteriosamente senza lasciare tracce. Non se ne saprà nulla per anni, fino a quando gli uomini inviati dall’Fbi non riusciranno a superare il muro di omertà della piccola cittadina, scoprendo che dietro al delitto c’era il Ku Klux Klan. Dell’organizzazione razzista facevano parte lo sceriffo di Jessup, il suo vice e molti altri membri della comunità.