Mister Sinisa si gioca la tripla contro Genoa e Samp

(...) Mascara e soci avranno modo di fare turismo... di lavoro, ritagliandosi magari l’occasione di scoprire i tesori della Genova artistica. Sì perché il «calendario» ha riservato ai siciliani una sorpresa molto particolare. Nel giro di sette giorni scenderanno per tre volte in campo a Marassi. Cosa che non accade molto spesso neppure ai giocatori di Genoa e Samp. Proprio contro i rossoblucerchiati ci saranno invece tre incontri ravvicinati di diverso tipo. Il Catania sfiderà subito due volte il Genoa, per l’ultima giornata del girone di andata il 10 gennaio, poi, tre giorni e 105 minuti dopo il fischio finale, un altro confronto, questa volta senza appello: mercoledì alle 18.30 la gara secca di Coppa Italia, novanta minuti per stabilire chi passerà il turno.
I rosazzurri avranno poi qualche giorno per allenarsi, ovviamente senza rientrare alle pendici dell’Etna, e torneranno a calcare l’erba del Ferraris. Ancora di domenica, il 17 gennaio, ancora in campionato, questa volta per la prima partita del girone di ritorno, alle prese con la Samp che già vinse all’andata, quando però sulla panchina siciliana non c’era ancora il grande ex, Sinisa Mihajlovic, che ha accettato la missione impossibile di salvare una squadra alla deriva. Il successo clamoroso sulla Juve non lascia tranquilli i genovesi tutti.
Tanto che adesso più di uno guarda con speranza alla lunga lista dei diffidati del Catania, che comprende tra gli altri quella vecchia conoscenza col vizio del gol che è Delvecchio, il giustiziere della Juve Martinez, il giovane «peperino» Spolli, oltre al «cervello» Ledesma e persino al portiere Andujar.