Mister Soda in pensiero per Alessi

Enrica Suzzi

Il nodo che sta condizionando l’esordio dello Spezia in B – al di là dell’effettiva partenza del campionato visto il caos-tv – è lo stato fisico di Giuseppe Alessi. Il fantasista aquilotto è alle prese con un fastidioso infortunio muscolare, e le sue condizioni preoccupano il tecnico Antonio Soda. Alessi, croce e delizia della tifoseria, per i suoi assist al millimetro che spesso lasciano spazio a preoccupanti pause, si sta allenando in piscina, stringendo i denti per l’esordio. Inutile dire che contro il Cesena, il ventinovenne centrocampista vorrebbe esserci.
Intanto Soda, ieri, ha fatto riprendere la preparazione dopo l’amichevole giocata sabato a Viareggio contro il Siena e persa per 2-1. La formazione scesa allo stadio dei Pini potrebbe non discostarsi molto da quella che lunedì, alla luce dei fari, giocherà con il Cesena, squadra protagonista nello scorso torneo di B e tra le candidate ai play-off. Non ci sarà Davide Nicola, che deve scontare un turno di squalifica residuo della stagione appena trascorsa, non dovrebbe ancora essere pronto Marco Gorzegno, a corto con la preparazione. Sull’asse sinistro, quindi, potrebbero giocare Rossi e Frara, due dei nuovi, mentre in difesa scontata la coppia di centrali Maltagliati-Scarlato. E se Alessi non dovesse farcela? Le opzioni non mancano. Contro il Siena, Soda ha puntato sull’estro dell’ex triestino Eder Baù: potrebbe essere lui l’uomo degli assist, chiamato a mettere i bomber Varricchio e Guidetti davanti alla porta avversaria, difesa dall’esperto Turci.
C’è grande fermento, intanto, a livello di pubblico. All’esordio è probabile il tutto esaurito: ai 4500 abbonati si aggiungeranno, sicuramente, almeno altri tremila tifosi da botteghino.