Misteriosa morte di un clochard

Giallo sulla morte di un clochard, un italiano di circa 50 anni. Il cadavere dell’uomo è stato scoperto ieri intorno alle 15 da alcuni vigili dell’XI Gruppo nei pressi di un giardino abbandonato di via del Tintoretto, dietro a un parcheggio. Era steso su una panchina. Quando il medico legale ha girato il corpo, sulla sua gola è parso evidente un taglio di circa 4 cm. Il poveretto deve essersi trascinato per 500 metri, dal suo giaciglio in un canneto vicino, spingendo un carrello della spesa, fino al luogo dove s’è poi accasciato. Sul percorso le tracce di sangue perso. «Nella baracchetta - spiega Eugenio Ferraro, capo della squadra omicidi - tutto era, se si può dire, in ordine». Sulla catenella al collo del barbone era legata una matita. Non è escluso che l’uomo, squilibrato di mente, possa essersi autolesionato. Sul corpo non v’erano altri segni di violenza. Per stabilire le cause del decesso, bisognerà aspettare l’autopsia.