Misterioso «totem» nel mare di Bonassola

Misterioso ritrovamento o scherzo di un buontempone? Su una spiaggia di Bonassola i bagnanti hanno visto arrivare lentamente dal mare un’enorme scultura di legno, ricoperta di alghe e consumata dall’acqua, che ha finito per «spiaggiarsi» sul bagnasciuga. Nel giro di poche ore il passaparola ha letteralmente mandato in tilt il lungomare della località ligure e centinaia di curiosi hanno affollato il piccolo lembo di terra della provincia spezzina. Dai primi accertamenti è subito sembrato un gigantesco busto di legno, simile a un antico totem di una divinità della Polinesia, magari delle isole Fiji, con incisioni su tutta la superficie lignea, che richiamano alla memoria i motivi tipici di numerosi tatuaggi. Alcuni hanno già soprannominato la statua «Tiki» con il nome di una divinità polinesiana.