Mistero Buffon: non si allena. Forse è ora di pensare al Manchester City

Il portiere tiene in ansia la Juve: troppi problemi fisici. Non si è presentato a Vinovo. In dubbio per sabato contro la Fiorentina. Anche Manninger non è a posto. Gli inglesi lo vogliono: ormai sarebbe un affare per tutti. E magari si farà

La Juve ha una ragione in più per cercarsi un nuovo portiere. Il rapporto con Buffon regala segnali di scricchiolio: la salute non è ottimale, il suo procuratore attende un colpo di telefono dal Manchester City, sempre che lo sceicco padrone intenda ancora fidarsi delle società italiane, dopo aver ricevuto il rifiuto da Kakà. Il rientro del portierone continua ad essere un mistero: gioca in coppa Italia, ma non si sente di presentarsi in campionato. Una febbre improvvisa spiega la sua assenza nella partita di domenica contro la Lazio. Oggi il nuovo round: atteso a Vinovo, non si è visto. Il mal di schiena è tornato? Un nuovo guaio muscolare? La febbre non molla? Nebbia e mistero si addensano. Fra l'altro la difesa della Juve è una navicella nella tempesta: ad ogni partita un problema. Sabato contro la Fiorentina non ci sarà Molinaro, squalificato, Chiellini non concede ancora garanzie, Manninger starà fermo fino a giovedì per una botta al ginocchio. Il terzo portiere Chimenti sta smaltendo un attacco di febbre. Tutto questo porta ad una conclusione: la Juve deve far benedire i suoi difensori, ma deve cominciare a guardarsi in giro per trovare un portiere. Per ora Buffon non scappa, però il fisico non regge. E i milioni di euro degli emiri fanno gola. Se non parte quest'anno, Buffon forse non parte più. Lo sanno l'interessato, la società il suo procuratore che nei giorni scorsi non ha lasciato cadere l'idea di andare in Inghilterra. «Se ci sono proposte, si facciano avanti». Il Manchester City potrebbe essere l'unico acquirente credibile: per Buffon e la Juve un affare unico. É dimostrato che un ottimo portiere ti porta qualche punto in più, ma un buon portiere ti fa ugualmente arrivare allo scudetto.