Il mistero del deserto nei paesaggi di Pensotti

L’incanto dei paesaggi africani, il fascino del deserto e delle carovane, ma anche le difficoltà, la fatica del lavoro e le sofferenze causate dalla povertà. È quanto Stefano Pensotti riesce a trasmettere nelle sue fotografie, raccolte nella mostra «Azalai, lungo la via del sale» ed esposte fino a domenica alla libreria Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele.
Trenta istantanee scattate in Mali, tutte in bianco e nero su pannelli di alluminio stratificato, che colgono l’essenza di un commercio antichissimo e tuttora vitale: quello della carovana del sale che da oltre cinque secoli si muove dalla leggendaria Timbuctù alle miniere di Taoudenni per poi tornare sulle rive del Niger con il pesante carico di lastre di sale. Un viaggio spossante che i Tuareg chiamano «Azalai», di cui Pensotti racconta l’ambiente umano e geografico: persone, comunità, culture, paesaggi.
Ad accompagnare le immagini di questo fotografo viaggiatore, un testo di Marco Aime, che unisce alla preparazione da antropologo una particolare passione per la commovente bellezza e povertà del Mali, oltre a una presentazione dell’associazione Alì2000 onlus. Ed è proprio per sostenere questa organizzazione, fondata da alcuni amici uniti dall’amore per l’Africa, che sono nati la mostra e il libro ad essa dedicato, cui gli autori hanno contribuito a titolo gratuito. Il ricavato della vendita degli scatti e dei cataloghi saranno, infatti, destinati alla costruzione di tre pozzi-cisterna nei villaggi di Amà, Toumounì e Kamba Saramè, nella falesia Dogon. Nomi di luoghi sconosciuti, dal suono insolito, quasi mitico, che nascondono, però, persone vere e sofferenze tangibili di un paese tra i più poveri della Terra, dove l’aspettativa di vita è al massimo di 48 anni.
Il progetto, proprio perché pensato per diffondere la conoscenza di questa realtà, non si fermerà a Milano, ma sarà itinerante e proseguirà in diverse città italiane: dal12 al 15 dicembre sarà a Piacenza, alla Galleria Ricci Oddi, il 30 gennaio a Palazzo Martinengo di Sondrio, dove, al Grand hotel della Posta, si terrà anche un concerto straordinario di Ludovico Einaudi e di Ballakè Sissokò dedicato ad Ali2000. Poi il 22 marzo, in concomitanza con la Giornata mondiale dell’acqua, la mostra approderà a Roma.
«Azalai, lungo le vie del sale»
Libreria Rizzoli in Galleria
Fino al 16 novembre