Mistero svelato: a Miccoli l'orecchino di Maradona

L'attaccante del Palermo ha confessato di essere stato lui ad acquistare l'orecchino di Maradona, battuto all'asta lo scorso 14 gennaio. Se l'era aggiudicato una donna dall'accento meridionale. Molti avevano sospettato si trattasse di una prestanome. E in effetti lo era

Milano - Aveva cercato di nascondersi dietro una prestanome ma alla fine non ce l'ha fatta più. Ha raccontato a tutti che era stato proprio lui a comprare all'asta l'orecchino appartenuto a Diego Armando Maradona. E per farlo Fabrizio Miccoli ha sborsato una bella cifra: 25mila euro (il gioiello valeva sui 5mila euro).

Confessione "Dietro la misteriosa signora che si è aggiudicata all’asta l’orecchino di Maradona c’ero io". Il bomber del Palermo ha deciso di fare "outing" e durante la trasmissione domenicale di Dahlia Tv "Dahlia in campo", rispondendo ad una specifica domanda del conduttore Claudio Lippi, svela ciò che molti già sospettavano: è lui che ha comprato, tramite una donna che lo rappresentava, l’orecchino dell’ex "Pibe de Oro" (di cui Miccoli è grande ammiratore) messo all’asta dal Fisco italiano, che l'aveva sequestrato a Maradona perché questi deve all'Erario diversi milioni di euro.

L'asta di Bolzano L’orecchino venne aggiudicato, nel corso dell’asta svoltasi all’hotel Sheraton di Bolzano, a 25mila euro. Ora Miccoli ha deciso di venire allo scoperto e ammesso di aver acquistato il suo "trofeo" per interposta persona.