Misure anti degrado anche in Corso Lodi Firmata l'ordinanza

Il sindaco di Milano Letizia Moratti, ha dato il via libera ieria mattina alle nuove norme per prevenire malavita e degrado anche nella zona di Corso Lodi come già sperimentato in Via Padova. "Abbiamo privilegiato le esigenze dei residenti". Ancora da scogliere il nodo "botteghe storiche"

Milano - Entrerà in vigore mercoledì 18 l’ordinanza che estenderà le misure antidegrado già in vigore in via Padova, in via Sarpi e al Corvetto, anche all’area di corso Lodi.

"Privilegiati i residenti" "Non sempre si riesce ad accontentare tutti. Quando si lavora per il bene comune c’è sempre un bene prevalente rispetto a interessi che possono essere legittimi, ma di parte. In questo caso, l’integrazione dell’ordinanza nasce da una visita che ho fatto personalmente settimana scorsa al Corvetto. Sono stati i residenti a chiederla. In questo caso, in qualità di sindaco, ho privilegiato i residenti", ha detto Moratti a proposito delle perplessità sull’ordinanza sollevate nei giorni scorsi dagli esercenti di Epam.

Negozi di vicinato "C’è una legge che si chiama "legge Bersani" e finché abbiamo questa legge non possiamo intervenire sulla liberalizzazione del commercio, abbiamo le mani legate", ha aggiunto il sindaco a proposito della questione relativa alla concentrazione di determinati esercizi pubblici, come kebaberie e phone center, rilavata sempre da Epam. "Stiamo cercando di lavorare con la Regione per vedere se in qualche modo si può, attraverso una legge regionale, mettere a punto delle misure che riguardino i negozi di vicinato, le botteghe storiche, però non può essere una legge che va contro una legge nazionale".