Mit, il capo delle ammissioni col diploma falso

Uno scandalo scuote il Massachusetts Institute of Technology, il prestigioso ateneo alle porte di Boston: Marilee Jones, capo dell'ufficio che ogni anno vaglia migliaia di domande di liceali per decidere chi ammettere e chi no, si è dimessa dopo aver confessato di non avere neanche una laurea. È stata una bugia durata ben 28 anni: un segreto così ben custodito che l'università dei geni (63 premi Nobel nella sua storia) non ha mai scoperto. Alla sua domanda di impiego, 28 anni fa, la Jones sostenne di essersi laureata in tre università dello stato di New York: in realtà non aveva mai conseguito un diploma, né in quei tre atenei né in altri. «Ho sbagliato e non ho più avuto il coraggio di correggere il mio curriculum». È stata smascherata da una lettera anonima e che ha fatto aprire un'indagine. La Jones era famosa come paladina della necessità di ridurre lo stress degli studenti. Su questo argomento aveva scritto un libro, Meno Stress, più successo. Troppi ragazzi, secondo lei, gonfiavano il curriculum con credenziali non necessarie.