Le mitiche Olivetti e il diario di Pavese

Sulle bancarelle stavolta, al posto di formaggi prelibati e di genuine teste in cassetta, ci saranno le mitiche Olivetti Lettera 22, le A4, le Lexikon 80 e le vecchie calcolatrici Divisumma 14. Verrà poi presentato un diario inedito di Cesare Pavese. Quel Dodici giorni al mare dedicato dallo scrittore alle sue vacanze estive in Liguria che sarà accompagnato al documentario di Vanni Vallino per ricordare i cento anni dalla nascita di Pavese. Non soltanto film, artigianato, filigrana e enogastronomia quest'anno per l'ottava edizione del festival dell'appennino ligure intitolato In mezzo scorre il fiume. L'appuntamento, dal 17 al 26 ottobre, che si tiene con una serie di eventi fra Masone, Campo Ligure, Rossiglione e Tiglieto, nei prossimi giorni diventa ancora più culturale. Un'attenzione culturale, tuttavia, legata sempre all'entroterra genovese. Tanto che ci sarà anche una mostra e un documentario dedicati ai viceré del capoluogo ligure con la storia della famiglia Podestà, tra baronato, latifondismo e opere di bene.
In mezzo scorre il fiume è stato presentato ieri mattina dalla presidente del Gal, Appennino Ligure, Marisa Bacigalupo, nella nuova sede a palazzo Ducale. L'inaugurazione è in programma per venerdì alle 21 nella sala municipale di Rossiglione con l'interessante tema del centenario Olivetti. Verrà proiettato il documentario Olivetti, un'occasione perduta, di Sergio D'Orsi e sarà inaugurata la mostra con una sessantina di pezzi d'epoca e di macchine per scrivere mitiche realizzate dall'industriale piemontese. Ospiti della serata saranno il regista e il responsabile del centro di psicologia Olivetti e docente universitario Francesco Novara. Verrà poi proiettato anche il filmato, dall'archivio Rai, intitolato Adriano Olivetti, l'imprenditore rosso. Mentre nelle ex scuole elementari è allestita l'esposizione intitolata Il design della fabbrica Olivetti nella raccolta del museo passatempo. Sabato alle 21 tocca invece a Cesare Pavese. Oltre alla presentazione del diario inedito verrà proiettato il documentario sullo scrittore realizzato da Vanni Vallino che sarà ospite della serata insieme a Fabrizio Calzia e Riccardo Bavero. L'altro pezzo forte del festival è in programma sabato 25 a Masone con la presentazione della mostra dedicata al barone genovese Podestà e del libro Luca, Andrea, Giulio Podestà. L'appuntamento è alle 10,30 al civico museo Andrea Tubino. Verrà raccontata la dinastia della nobile famiglia genovese che si spinse fino a oltre l'Appennino ligure con i suoi possedimenti tra l'Ottocento e il Novecento. Sono previsti interventi di Francesco De Nicola e degli autori Mario Bottaio, Riccardo Bavero, Paolo Ottonello, Emanuela Spada. Per i film da segnalare Biutiful countri venerdì 24 a Masone, La terra degli uomini rossi a Rossiglione sabato 25, La ragazza del lago, venerdì 24 e domenica 26 a Masone.