Mittal: Severstal vuole controllo Arcelor senza Opa

da Milano

Il gruppo Mittal Steel, che ha lanciato un'Opa su Arcelor, va all’attacco della russa Severstal, prossima al matrimonio con il gruppo siderurgico francese. Secondo Mittal, Severstal deve lanciare a sua volta un'offerta pubblica di acquisto su Arcelor. «Siamo sorpresi - si legge nella nota - che sia autorizzata a prendere il controllo di Arcelor senza fare un'offerta a tutti gli azionisti, come ha fatto Mittal Steel». La Commissione Ue ha recentemente indicato che avrebbe preso una decisione entro l'11 luglio prossimo sul progetto di fusione fra Arcelor e Severstal annunciato lo scorso 26 maggio. Secondo Mittal, il deposito del dossier a Bruxelles da parte di Severstal «mette chiaramente in evidenza che l'operazione non è un'acquisizione di Severstal da parte di Arcelor, ma un'acquisizione di Arcelor da parte del gruppo russo». Il caso della doppia notifica alla Commissione europea per la stessa operazione di acquisizione o fusione è stato definito dalla portavoce di Neelie Kroes «molto raro», sicuramente negli ultimi anni non se ne è mai verificato uno. In realtà non dovrebbe esserci nessun dubbio sull'effettivo controllo della nuova società da parte della società russa Severstal, per la quale, fin dall'inizio, si è parlato in termini di una acquisizione di Arcelor da parte di Severstal. Alexei Mordashov, principale azionista di Severstal, diventerà, secondo quanto comunicato lo scorso maggio, il primo azionista del nuovo gruppo post fusione con una quota del 32,2%. Si tratta di una evidenza che, a quanto pare, i vertici Arcelor voglio a tutti i costi dissimulare. Ciò perché la prospettiva di un'intesa con Severstal per contrastare l'opa ostile di Mittal era stata subito accolta dal dubbio se fosse stato più o meno conveniente affidare il futuro del gruppo siderurgico a un proprietario russo anziché al gruppo dell'indiano Mittal con sede in Olanda. Mittal ha nel frattempo fatto sapere che non intende migliorare l'offerta da circa 22 miliardi di euro in cash e azioni lanciata su Arcelor. «Non abbiamo intenzione di alzare l'offerta - ha detto una portavoce di Mittal -. Il prezzo della nostra offerta garantisce un premio rispetto al titolo Arcelor». La precisazione giunge in risposta a indiscrezioni del Financial Times secondo cui Mittal potrebbe incrementare l'offerta su Arcelor da 34,5 a circa 44 euro per azione.