Mix di droga e alcol in discoteca ragazza in fin di vita dopo lo sballo

Brutta avventura per una ragazza di 18 anni, finita in ospedale dopo un grave malore in discoteca, dopo avere assunto una grande quantità di alcol e, forse, altre sostanze. È successo la scorsa notte alla discoteca Setai di Orio al Serio, dove negli anni scorsi erano successi episodi analoghi fino alla morte della giovane campionessa di sci Kristel Marcarini dopo l'assunzione di una pasticca di ecstasy.
Proprio per queste vicende non proprio cristalline, il locale era stato costretto a cambiare nome. La ragazza si trovava in compagnia degli amici quando è improvvisamente crollata. Il 118 è subito intervenuto e ha trovato la giovane in gravi condizioni: era stordita e in evidente stato di intossicazione. La ragazza è stata ricoverata alle Cliniche Gavazzeni di Bergamo.
Nella notte le sue condizioni sono migliorate. In questi giorni l'Asl di Bergamo ha diffuso dati allarmanti sul consumo di alcolici da parte di giovani tra i 15 e i 19 anni, l'89,5% dei quali ha ammesso di aver assunto alcol almeno una volta, mentre il 71,5% ne ha fatto uso nel mese precedente. Per questo la sezione di Bergamo della Federazione italiana pubblici esercizi ha proposto di istituire il requisito dei 18 anni per entrare in discoteca e per poter acquistare alcolici.
Il Piano nazionale antidroga 2010-2013 afferma che l'alcol (e l'abuso di energy drink a base di caffeina, taurina e altri stimolanti ma inserite nel panorama delle bevande analcoliche) costituisce sempre più la sostanza psicoattiva di primo accesso ai comportamenti di assuzione di sostanze stupefacenti illegali. Non solo, chi usa sostanze illegali, sia stimolanti che inibenti, associa l'alcol con una prevalenza tra il 60 e l'85%.