Mladic incassava la pensione fino a un mese fa

Belgrado. Fino al mese scorso l’ex generale serbo-bosniaco Ratko Mladic, ricercato perché accusato di crimini di guerra e genocidio dal Tribunale internazionale dell’Aia, ha ricevuto regolarmente la pensione dall’esercito serbo. Lo rivela l’emittente televisiva belgradese B92, ricordando come da tempo le autorità serbe sostengano di non avere idea di dove Mladic si nasconda. La televisione afferma che la pensione viene riscossa da membri della famiglia Mladic, ma anche da due ufficiali dell’esercito, la cui identità non viene però rivelata. I militari tacciono, mentre il ministro degli Interni Jocic ha ribadito che le autorità ignorano dove Mladic si nasconda, ma che l’ex generale si è tradito con una telefonata fatta ad amici e che il cerchio attorno a lui si va stringendo.