Il mobile apre il Salone per mostrare le sue novità

Una visita, quella da programmare oggi, che ci porta nel mezzo di quanto più interessante il mondo dell'arredamento possa offrire, a livello. Al Salone di Milano la cucina viene presentata in alternativa, ogni anno, all'illuminazione. E proprio questa ultima ci accoglie con una superficie ed un numero di espositori straordinario, permettendoci così di trovare davvero quello che fa proprio al nostro caso.
I padiglioni si dividono, per facilitare una visita, sia per livelli di linee e qualità che per tipologia di prodotto, vale a dire il classico, il moderno di punta ed il moderno che potremmo definire più semplice e comune. Non manca il settore del bagno mentre quello del tessile per quest'anno si concede una pausa. Quindi divani, poltrone, soggiorni, camere da letto, camerette per ragazzi, luci e complementi di ogni tipo, racchiusi questi ultimi in un preciso padiglione. Particolarmente affascinante lo spazio dedicato a quello che oggi sta diventando lo stile di moda, vale a dire quello stile pomposo e fantasioso in grado di arredare la nostra casa in maniera spettacolare, a metà strada tra antico e antiquariato.
È lo stile che in questi tempi richiama un grandissimo numero di visitatori e compratori da ogni parte del mondo, racchiuso nel padiglione 3. Occorre fare delle scelte perché gli espositori sono davvero migliaia, osservare come ormai siano scesi in campo nel disegnare oggetti di ogni tipo anche quei grandi architetti internazionali famosi per il loro costruire città e grattacieli, in parte richiamati da questo mondo che sta avvicinandosi sempre più per fascino a quello della moda, in parte per realizzare pezzi d'arredo che si ritroveranno poi all'interno dei loro edifici. Ai giovani creatori è dedicato il SaloneSatellite. In questa pagina una selezione tipologica delle presentazioni più significative.
(hanno collaborato:
Michela Orefice e Albino Boffi)