Moccia testimonial di serramenti e lucchetti

Lo scrittore spagnolo Javier Marías lancia su El País una proposta che gli editori italiani dovrebbero prontamente appoggiare. Riassumiamo brevemente l’antefatto: due ammiratori di Julio Cortázar scrivono una lettera dove si dicono dispiaciuti perché un annuncio pubblicitario televisivo si è appropriato della voce e delle parole dello scrittore per reclamizzare una marca di automobili. I due lettori sono sconcertati e scandalizzati e considerano questo episodio «un’enorme incongruenza culturale».
Risponde Marías: perché mai? E in un lungo articolo smentisce il luogo comune secondo il quale usare la letteratura come réclame equivale a prostituirla. Perché la pubblicità non dice sempre il falso ma neppure la letteratura dice sempre il vero. «In realtà - scrive Marías - non ho mai visto un annuncio della Coca-Cola che menta quanto alcuni editori che pubblicano un capolavoro alla settimana o alcuni scrittori che, quotidianamente, si propongono come esempio di insuperabile genialità». Quindi, sfatato questo falso pudore, il romanziere spagnolo si spinge oltre e propone: usiamo lo scrittore come testimonial, così anche la vendita dei libri trarrà sicuro vantaggio dalla presenza dell’autore in televisione. Lui stesso, grande fumatore, si propone come testimonial di una marca di sigarette.
In vista della prossima apertura della Fiera del libro di Torino, dove si parlerà di come aumentare il basso indice di lettura dei libri in Italia, giriamo la modesta proposta di Marías agli editori nostrani. Con qualche piccolo suggerimento sulle abbinate vincenti tra autori e prodotti da reclamizzare.
Aldo Nove è il testimonial ideale per qualsiasi prodotto di igiene personale, deodoranti e affini. Mauro Corona farebbe la felicità di Fulco Pratesi per la promozione del Wwf e Salvatore Niffoi lo vedremmo bene per uno spot sugli agriturismi in Sardegna. Alessandro Piperno sponsor della campagna abbonamenti della Lazio e il suo amico Leonardo Colombati per la Roma. Paola Mastrocola ottima per diari e zainetti scolastici mentre Federico Moccia è perfetto per qualsiasi ditta di serramenti di sicurezza, lucchetti e antifurti. Il poeta Valentino Zeichen per sandali birkenstock, infradito e affini. Isabella Santacroce lingerie estrema e sadomaso. Beppe Severgnini testimonial di pasta e maccheroni italiani, mentre Erri De Luca di scarponcini tende e zaini da montagna.
Il successo, come garantisce Marías, è assicurato.