La moda dell’estate? Scambiarsi la seconda casa

Auto e treno sono sempre i mezzi con i quali i milanesi preferiscono allontanarsi da afa e cemento.
Lo dicono i dati dell’Osservatorio di Milano. Il 65 per cento dei milanesi si lascia alle spalle la città in auto, il 25 per cento in treno e il 10 in aereo.
Chi parte, nella maggiorparte dei casi, va a cercare refrigerio al mare. In testa alla classifica la costa Adriatica, considerata un ottimo compromesso fra qualità e divertimento, poi il mar Ligure e la Sardegna. Per chi invece preferisce la montagna le mete principali sono i monti lombardi e il Trentino- Alto Adige. «Ma quest’anno la vera novità - ci dice Massimo Todisco, direttore dell’Osservatorio di Milano - è lo scambio di seconde case. È una moda che riguarda soprattutto il ceto medio-alto».
Fra le mete continentali, domina Parigi e scivola al terzo posto Londra, sostituita da Barcellona, a seguire Grecia e Croazia.
«Ma questa rimane comunque la settimana di vacanze dei ceti medio bassi - continua Todisco - che non spendono soldi negli alberghi ma preferiscono mettersi al volante e andare a trovare amici e parenti».