Moda donna, a TheOneMilano collezioni e pezzi unici in quattro "trend look"

Haut e prèt à porter di 150 brand in scena fino al 25 settembre a fieramilanocity: dominano qualità, cura dei dettagli dei capi, innovazioni di stile e design giovane

TheOneMilano, il Salone della moda donna che si svolge durante la Milano Fashion Week fino al 25 settembre a fieramilanocity, mette in scena una selezione Haut e prèt à porter del mondo fashion e svela i trend top look della primavera e dell'estate 2018 e 2019 in percorso che si snoda nel padiglione 3 dove oltre 150 brand propongono le nuove collezioni.

Moda “facile” da portare e da indossare, gusto e stili che si incrociano nel segno della contemporaneità e spesso escono dagli schemi consueti per approdare ad esiti non scontati e davvero innovativi. Percorso che gli espositori propongono a buyer e visitatori professionali in un contatto diretto, una relazione concreta di business che diventa confronto e condivisione, la vera forza delle fiere mantengono anche nell’era digitale 4.0.

Capi d’abbigliamento e accessori moda sono qui, pronti per essere valutati, toccati e apprezzati prima di arrivare al pubblico nelle vetrine. Collezioni intere o pezzi unici, industria e alto artigiano si fondono in questo viaggio reale fatto di creatività, idee nuove e stile per ogni momento della giornata. Con una tendenza palpabile che accomuna i brand: la cura della qualità dei prodotti, dai tessuti alle lavorazioni e la cura dei dettagli che li impreziosiscono e li rendono unici. E’ questa la caratteristica più forte di TheOneMilano 2017.

Novità legate anche al richiamo alla natura, all’ecosostenibilità, al valore che non è solo “visivo” ma di contenuto della produzione. Con molte novità, in particolare rivolte a chi cerca unicità e modernità, praticità capacità di adattarsi - magari con un unico capo - ai diversi momenti della giornata fuori casa.

Come propone, ad esempio, la start up dell’e-commerce Wardroba.com, nata nel Polihub di Milano e che ha visto l’ingresso di nomidel fashion Italiano, come Alberto Villata, Francesco Mantegazzini e l’ex top manager di Guess e MaxMara Luca Donnini: 11 i brand tutti da scoprire nell’area che spazia anche nel mondo degli accessori. Abbigliemento “camaleontico”, frutto di una visione giovane, dinamica e flessibile perché bastano pochi tocchi per trasformare un capo da giorno per renderlo adatto alla sera, rifiniture che si staccano e si re-indossano come bracciali o cinture, la sapienza artigianale Jacopo Ridolfi che realizza scarpe e borse dal disegno alla colorazione a mano del pellame, o da vecchi sci recupera materiale per realizzare occhiali. Non c’è limite alla creatività e al riuso di materiali e tessuti - ad esempio vecchi jeans, per dar loro una nuova affascinante vita. Opportunità per valorizzare anche piccole imprese e alto artigianato perché l'offerta spazia dai grandi numeri alle produzioni "su misura", tutte con il denominatore comune della qualità, presupposto irrinunciabile.

Qui tradizione e innovazione made in Italy sono la faccia della stessa medaglia e lo stile da indossare e sfoggiare in base alla propria personalità vanno al passo con tempi, gusti e approcci che cambiano. Che cerca e trova nuove idee anche fra le aziende e i designer giovani. Tendenze che diventano “spettacolo” e vengono proiettate in quattro mood diversi al padiglione 3 da Italian Fashion and Design Academy.

Slow Time - Primavera/Transizione 2018
Lo sfarzoso muta verso linee pulite con dettagli ricercati, trend fondamentale per la nuova stagione. Le forme diventano più strutturate; ritorna il trench, l’outerwear è influenzato da linee architettoniche e si abbina a silhouette più fluide con maniche arrotondate e pieghe raccolte. Le silhouette della linea pulita sono reinterpretate in chiave sportiva e diventano modernissime.
I richiami a un’estetica morbida sono sottolineati dall'utilizzo del velluto, del camoscio e della seta, a volte con superfici in rilievo. Maglieria e tessuti hanno finissaggi in metallo. Gli accessori si trasformano in forme semplici e sofisticate anche con ricami e le stampe ispirate alla natura. La borsetta a motivi floreali, gli occhiali da sole design e le sneakers metropolitane completano il total look.

Aesthetic Disharmony

Un viaggio in terre lontane dove il minimalismo occidentale incontra la purezza dei Nomadi, creando un'unione sorprendente e una nuova estetica fatta di mix di stili e di gioco di incontrasti. La natura aerea, i dettagli folk e la lavorazione meticolosa si incontrano e si mescolano con l'arte contemporanea e ispirano questo secondo tema per la Primavera 2018. I fili, le frange, le linee sono una presenza costante. Gli accessori sono "su misura" e prodotti con un mix di materiali di lusso, come pelli esotiche e rettili, che completano questo gioco alternato di superfici e finissaggi.

Weird and wonderful - Estate 2018

La vita in una biosfera in cui l’unione di diversi tipi di natura, marina, tropicale, selvaggia, dà vita a una nuova "super natura" nata dalla metamorfosi, con forme e colori forti e appassionati. Forme di diversa bellezza creano sagome floreali che sono allo stesso tempo sconnesse e armoniose; volumi eccessivi si alternano a scollature vertiginose, twist sensuali e intarsi grafici si concentrano anche sulla schiena, “lato B” dominante in abiti perfetti per feste estive o per costumi da bagno indimenticabili. Focus del mood le stampe floreali e le loro "distorsioni digitali”. I ricami, le decorazioni, le texture e i filati sono ispirati alle creature che vivono negli oceani più profondi, realizzati con le più moderne tecniche digitali. I rimandi agli anni '70 creano uno stile vintage, espressione di libertà assoluta. Gli accessori del tema sono di taglia mega, divertenti per creare un look “super summer”.

Escapism - Fine dell’estate/Transizione 2018

La tendenza all’ Eclettismo miscellaneo crea fusione fra diversi stili in forte contrasto tra loro. Il Neo Barocco di sculture floreali ispirato a decorazioni di stile romantico rende tutto più moderno, con tocchi di tessuti fluidi che completano un look perfetto sia per il giorno che per la sera. Sullo sfondo un Orientalismo interiore, che sottolinea le rotondità: forme sinuose si sovrappongono agli abiti, creando intrecci floreali nascosti dall’abbigliamento cittadino, oppure maglie multistrato. Accessori necessari, nuovo mimetismo a motivi floreali, volumi da paracadute e diversi dettagli in stile “Centenario della prima guerra mondiale” con l’oro come colore che illumina il tutto. Allure decadente per il target più giovane di questo mood, che vive la vita in città come viaggio quotidiano, mescolando culture e contrasti di stile. Un'estate che guarda all’autunno, look dal rétro allo street style, con pizzi e abbigliamento sportivo che si abbinano a maglie jacquard lavorate a fili flottanti; ai piedi sneakers d’oro o da argento o con tacchi altissimi.

Informazioni: www.theonemilano.com