MODA a passo di danza

Chissà con quanta grazia avrà volteggiato nei giri di valzer, insieme alla giovane signora che lo indossava, alla festa in onore della Regina Margherita e del Re Umberto I nell'aprile del 1899 a Sassari, l'abito lungo in taffetas moiré rosa, adorno di ricami di fiori e foglie, perle di vetro e paillettes, con leggera scollatura. Una generazione dopo, nel 1925, il vestito a vita bassa di linea essenziale, corto e senza maniche, in chiffon di seta con ricamo in paillettes metalliche, perline di vetro e strass, regalava alla sua proprietaria la libertà di movimento necessaria per scatenarsi nei veloci movimenti del charleston, sulle note del jazz americano e sulle orme della celebre ballerina Josephine Baker. E per lo swing, altro ballo importato dagli Stati Uniti, il completo in velluto di chiffon di seta della fine degli anni Trenta, con profonda scollatura a V sulla schiena, si ispirava al glamour delle dive di Hollywood.
Alla mostra «Un abito una danza. La moda da gran sera, 1890-1960», curata dalla direttrice Piera Rum nelle sale del Museo del Merletto di Rapallo, con la collaborazione della Galleria del Costume di Palazzo Pitti di Firenze, rivivono in modo suggestivo settant'anni di storia del costume e di storia del ballo, dal valzer al tango fino al twist e al rock, tra le mille seduzioni di una moda complice del piacere di muoversi sui ritmi musicali in auge nelle varie epoche. Il visitatore può ammirare le quattordici elegantissime toilettes esposte, di raffinata manifattura, otto delle quali di proprietà del Museo, cinque in prestito da collezioni private ed una proveniente dalla Galleria del Costume di Firenze: si tratta dell'abito di scena confezionato nel 1976 dalla Sartoria Umberto Tirelli di Roma in raso di seta, con strascico e ricami in paillettes, per l'attrice Laura Antonelli, diretta da Luchino Visconti nel film «L'innocente».
Accompagna la mostra il quaderno-catalogo a cura di Piera Rum e di Caterina Chiarelli, direttrice della Galleria del Costume di Firenze. Fino al 28 settembre 2008 al Museo del Merletto di Villa Tigullio, Parco Casale, Rapallo. Orari: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì e sabato 15-19; giovedì e domenica 10-12 e 16-19.