Modella violentata dal suo agente

Un’aspirante modella e il suo neo-agente, un nome molto conosciuto nel panorama milanese e italiano dei talent scout e dei titolari di agenzie di moda. Lei - Sara S., una bella 19enne arrivata a Milano da due giorni dalla provincia di Trieste - ieri sera ha denunciato lui , che ha più del triplo dei suoi anni, accusandolo di averla violentata. L’uomo, infatti, ieri pomeriggio ha invitato la ragazza a bere qualcosa a casa sua - un bell’appartamento a due passi dalla nota agenzia, in zona Porta Venezia - e poi, improvvisamente, l’ha aggredita, baciandola, toccandola e palpeggiandola insistentemente nelle parti intime. Quando la ragazza, tra le lacrime, si è divincolata per sfuggirgli, l’uomo l’ha buttata fuori di casa senza tanti complimenti. Dopo il senso di sconforto e desolazione iniziale la ragazza, sotto choc, si è fatta accompagnare da un amico al comando provinciale dei carabinieri di via della Moscova per sporgere denuncia contro il titolare dell’agenzia.
«Nei giorni scorsi all’agenzia si erano mostrati entusiasti di me e lui più di tutti - ci racconta la giovane -. Mi avevano preso sia per il settore moda che per quello pubblicitario. Lunedì sera il titolare mi ha portata fuori a cena insieme ad altre quattro modelle straniere e mi ha presentato anche un regista della Rai. Ieri pomeriggio, poi, mentre ero in agenzia, mi ha chiesto di andare a bere qualcosa con lui, ma a casa sua perché sosteneva di avere il mal di schiena. Io l’ho seguito docilmente, non ho mai sospettato potesse comportarsi così... È più vecchio di mio padre. E di parecchio».