«Il modello da seguire»

«Il made in Italy per noi è ancora un modello da seguire: sono tanti i giovani architetti e designer portoghesi che aspirano a lavorare con un’azienda milanese. Ma vogliamo dimostrare che anche i nostri prodotti valgono: è giunto il momento di aprirsi ad altri gusti». Decisa e cortese, Isabel Santa-Bárbara, del Centro Português Design, ci ha mostrato con orgoglio il padiglione allestito dagli studenti di architettura di tre università del suo Paese. L’accoglienza del pubblico è stata calorosa e nemmeno un grosso bicchiere rotto il primo giorno ha guastato la festa. In Portogallo fanno sul serio: «Questo progetto è stato presentato al Fuori Salone - spiega - ma andrà anche a Londra e Barcellona, città imprescindibili per il mercato internazionale». È bene non dimenticarselo.