Modello tedesco: via libera dei grandi soci

da Milano

I grandi azionisti di Mediobanca danno il via libera al sistema di governance alla tedesca. L’assemblea del patto di sindacato di Piazzetta Cuccia ha accolto ieri pomeriggio l’invito del comitato direttivo del patto, riunitosi il 13 marzo, che si era dichiarato a favore del cosiddetto sistema dualistico. L’assemblea si è poi riservata di adottare le modifiche al testo del patto conseguenti all’eventuale adozione del nuovo modello di governance. «Abbiamo votato all’unanimità», ha sottolineato il finanziere Vincent Bollorè, interpellato all’uscita dalla riunione. «Il cda dovrà fare una proposta all’assemblea straordinaria che si terrà tra giugno e fine anno».
Secondo quanto emerso, Piazzetta Cuccia punta su una governance dualistica «pura»: diversamente da altre recenti esperienze italiane, ci sarà una netta separazione tra azionisti, rappresentati nel consiglio di sorveglianza, e manager, riuniti nel consiglio di gestione.