Modena, 12enne accerchiato e derubato da gang di giovani africani

L'aggressione si è consumata poco dopo le 14. La vittima è un 12enne del posto. La Baby gang è stata fermata solo in parte. Il principale aggressore non è stato ancora rintracciato

Una rapina in piena regola. Un blitz computo da quattro ragazzi africani per derubare un 12enne nel quartiere di Torrenova a Modena, già famoso per la presenza di baby gang dedite a furti e disturbo della quiete pubblica.

L'episodio si è registrato nel primo pomeriggio quando una banda di giovani immigrati, probabilmente residenti nei comuni limitrofi. La vittima si trovava sul marciapiede, in attesa dell'arrivo dei genitori, quando il branco di ragazzi di colore lo hanno prima sbeffeggiato, e poi accerchiato. Una volta che il 12enne non aveva via di fuga l'hanno aggredito, cercando di strappargli lo smartphone che aveva in mano per ingannare l'attesa. Uno del gruppo ha afferrato il braccio della vittima, poi gli ha assesatto una spallata che lo ha fatto cadere, permettendo così la fuga all'aggressore.

Il rapinatore si è allontanato sotto gli occhi di un testimone, che ha subito chiamato la polizia. Non solo ha anche seguito i complici che si sono diretti verso il centro commerciale Torrenova, cercando di nascondersi fra le auto in sosta. Sul posto sono arrivati i genitori della vittima e anche gli agenti di polizia. Tre ragazzi sono stati fermati e interrogati. È emerso che si trattava di tre connazionali del Ghana, di 19 20 e 22 anni, già noti per alcuni precedenti. Uno di loro aveva in tasca un altro smartphone che la polizia ritiene rubato. Tutti e tre sono stati arrestati con l'accusa di rapina in concorso e portati in carcere in attesa della convalida. Ancora nessuna traccia del quarto membro della banda che è riuscito a far perdere le sue tracce con l'oggetto rubato.

Commenti

franco-a-trier-D

Gio, 11/02/2016 - 09:00

ma erano già integrati o no?

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 11/02/2016 - 09:34

Poi solerte magistrato li rimette in libertà. ah la patria del diritto.