A Modena una kermesse dell’antiquariato

Dal 13 al 16 novembre una rassegna per appassionati e profani. In vendita anche una pistola appartenuta a Mussolini e una scultura di Ligabue. Un servizio gratuito di valutazione degli oggetti antichi<br />

Una pistola appartenuta a Benito Mussolini e una scultura di Antonio Ligabue sono i «pezzi a sensazione» che si potranno trovare a Modena dove il 13 novembre apre i battenti la diciottesima edizione di «7.8. Novecento», mostra mercato dedicata all’«introvabile altrove».

LA SELEZIONE. Oggetti antichi, rari, preziosi e bizzarri selezionati dal Sindacato mercanti d’arte antica di Modena e da Ascom Confcommercio richiamano ogni anno migliaia di curiosi e collezionisti a caccia di arredi, suppellettili, dipinti, tessuti, pezzi d’arte extraeuropea e antichità per esterni.

450 ESPOSITORI. La kermesse sarà molto variegata: con 20.000metri quadrati di esposizione articolati sui tre padiglioni della fiera, oltre 450 antiquari italiani e stranieri proporranno statue antiche, sontuosi mobili del Settecento, gioielli, arredi per la casa e il giardino, fino a suppellettili di uso comune. Verrà data grande importanza anche al modernariato e si potranno trovare diversi stand con complementi d’arredo ispirati all’estetica d’avanguardia del Novecento.

LE CHICCHE. Anche per chi non frequenta abitualmente le botteghe d'antiquariato non mancherà l'occasione per stupirsi di fronte a curiosità del passato: tra i pezzi più rari e curiosi è da segnalare la pistola appartenuta a Benito Mussolini, una Beretta di tipo militare - ora demilitarizzata - che il duce donò al nipote Augusto Moschi nel febbraio '37. Gli amanti dell'arte di Antonio Ligabue potranno ammirare un inedito: in fiera si potrà ammirare per la prima volta «Il brocco» (1957), una delle rare sculture in terracotta dell'artista, che riproduce un cavallo scarno e affaticato.

L’ESPERTO RISPONDE. Grazie alla formula espositiva, che prevede anche giornate professionali dedicate allo scambio tra espositori e commercianti, la manifestazione è diventata un punto di riferimento non solo per gli operatori del settore, ma anche per i neofiti, che potranno trovare iniziative a loro appositamente riservate, come «L’esperto risponde». Si tratta di un servizio di consulenza gratuita offerto ogni anno ai visitatori della fiera: esperti di antichità e studiosi di arte antica sono a disposizione del pubblico per la valutazione di mobili e suppellettili. Insospettabili pezzi da museo, monete antiche, collezioni di stampe nascoste da anni nelle soffitte potranno dunque ottenere la giusta valutazione, come già accaduto nelle scorse edizioni.

CONSULENZA ON LINE. L’esperto è a disposizione 365 giorni l’anno, infatti risponde anche on line sul sito www.7-8novecento.it. Il procedimento è semplice: basta inviare una mail all’indirizzo info@lespertorisponde.it con la foto dell’oggetto da valutare, e dopo pochi giorni, si riceve la risposta.

ORARI. 7.8. Novecento è aperta al pubblico al Quartiere Fieristico di Modena (Modena Esposizioni, viale Virgilio 70/90) giovedì 13 novembre dalle 15 alle 20 e da venerdì 14 a domenica 16 novembre con orario continuato dalle 10 alle 20. Il costo dell'ingresso è di 10 euro con il biglietto intero e di 7 euro con quello ridotto. Le giornate professionali sono quelle di mercoledì 12 novembre dalle ore 8 alle 18 e di giovedì 13 novembre dalle 8 alle 13.