A modo mio, novità Lavazza

L’espresso A Modo Mio ovvero il caffè come al bar (per davvero) secondo il nuovo modo di Lavazza, una nuova macchina espresso firmata Saeco e abbinata a un nuovo modello di cialde, autoprotette e confezionate singolarmente sottovuoto, studiate dal colosso torinese. Macchinetta compatta, quasi quadrata, con un solo beccuccio e quindi una sola carica e una sola tazzina riempita ogni volta con una miscela a scelta tra la Intensamente (50% arabica e 50 robusta), la Deliziosamente (100% arabica), la Cremosamente Dek (arabica decaffeinata) e l’Appassionatamente, una terza tutta arabica per un «gusto vellutato, pieno e liquoroso». A parte che quello che conta prima di ogni altro dettaglio, è l’armonia dell’espresso, gioca un ruolo simpatico, nel segno dell’amarcord, il maniglione che va portato avanti prima di schiacciare il pulsante per l’erogazione del caffè e poi indietro a erogazione ultimata. Nel movimento ricorda le leve delle vecchie macchine espresso, quelle che sopravvivono a Napoli.