Moelgg, slalom d'argento Rocca subito fuori

Il 26enne finanziere di San Vigilio di Marebbe ha conquistato la medaglia d'argento ai Mondiali di Svezia di sci, alle spalle dello scatenato Mario Matt. Ancora delusione per Rocca, uscito nella prima manche<br />

Åre - Il finanziere di San Vigilio di Marebbe, Manfred Moelgg, si è aggiudicato la medaglia d'argento nello slalom mondiale di sci. E pensare che la notte prime della gara aveva la schiena a pezzi e ha dovuto ricorrere agli antidolorifici per poter gareggiare. Un vero e proprio miracolo quello fatto dai medici dello staff azzurro. Anche a loro si deve questa medaglia, la terza medaglia azzurra dopo l'oro in superG di Staudacher e il bronzo in gigante di Denise Karbon. La giornata non era iniziata benissimo, perché Rocca era subito caduto nella prima manche, per fortuna c'è stata la bellissima prestazione di Manfred Moelgg. La prova di Rocca purtroppo è durata meno di un minuto. Partito subito un po' a rilentoi, è uscito di scena sul ripido finale. Una stagione decisamente da dimenticare per lui. Martedì tornerà sotto i ferri per farsi sistemare il ginocchio, visto che l'infortunio che aveva subito era meno lieve del previsto.

Ma veniamo al vincitore dell'argento. Moelgg è stato bravo perché ha evitato di farsi ingannare dalle molte trappole nascoste sul percorso. Il 6° posto della prima manche è stato un ottimo viatico per la seconda parte della gara. "Nella seconda manche ho attaccato - ha raccontato Moelgg - ho sciato veramente bene; sentivo che mi veniva tutto facile, ho fatto correre gli sci. Sono contentissimo, non me l'aspettavo un risultato simile". Nella seconda discesa è stato bravissimo, facendo segnare il miglior tempo che gli è valso il meritatissimo argento alle spalle dell'austriaco Mario Matt.