Mogadiscio, 2 morti in una manifestazione contro l’Etiopia

Mogadiscio. La polizia del governo provvisorio somalo ha aperto il fuoco ieri a Mogadiscio per disperdere manifestanti che dimostravano contro la presenza delle truppe di Addis Abeba nel Paese. Due i morti, tra cui un ragazzo di 13 anni. Quella di ieri non è stata la prima protesta anti-etiopica nella capitale da quando, una settimana fa, le forze governative erano entrate nella città con l’appoggio determinante dei soldati inviati dall’Etiopia. «Non abbiamo potuto fare diversamente, i manifestanti hanno sparato alle forze dell’ordine», ha detto un portavoce della milizia governativa. C’è tensione a Mogadiscio anche per l’ordine, non rispettato, di consegnare le armi alle autorità. E ieri il programma di disarmo è stato rinviato a data imprecisata.