Moggi: «È bravo»

Roma. È un Luciano Moggi sorridente e rilassato quello che ieri pomeriggio si è presentato allo stadio Olimpico di Roma per l'audizione alla camera di conciliazione del Coni. Il tutto si è concluso con un nulla di fatto, visto che l'udienza è stata rinviata a data da destinarsi. All'uscita, Moggi ha scherzato: «Per il bene che vi voglio, se ho parlato al telefono con tre giornalisti e hanno dato loro 6 mesi, se parlo con voi a voce vi danno l'ergastolo...»; quindi, serio, ha commentato la nomina di Pancalli: «È una persona seria, è uno bravo. Non è che lo conosco granché, ma il fatto che è vicepresidente del Coni e che gli è stato dato questo incarico è significativo».