Mohamed «Dirigo il giornalino ma prima zoppicavo con i congiuntivi»

Mohamed ha 15 anni e lo sguardo che brilla. Ormai nei corridoi dell’associazione Portofranco si sente a casa sua. Non riesce a finire una frase che passa qualche suo amico da salutare. Lui, liceo scientifico Mattei, qualche mese fa ha cominciato a zoppicare in quasi tutte le materie e da lì ha deciso di farsi dare una mano. «All’inizio non ero molto convinto di venire a Portofranco - ammette sorridendo . Per arrivare in viale Papiniano ci metto un’ora e non ne avevo molta voglia. Ora ci vengo tutti i giorni, non più solo per studiare». Già, perché ora Mohamed, oltre agli impegni di scuola, sta seguendo un altro progetto: il giornalino dell’associazione. «Il titolo è La voce del Porto e servirà per raccontare quello che accade qui dentro, quello che facciamo. Insomma, la nostra quotidianità». In corridoio passa un collega dello staff: «Ehi Mohamed, nei prossimi giorni tieniti pronto per la riunione di redazione». E pensare che l’anno scorso andava male in italiano.