Moioli: «Immigrati, permesso di soggiorno a punti»

«La sottoscrizione del Patto è un grande successo per la città, perché recepisce le istanze legate alla sicurezza chieste a gran voce dai milanesi scesi in piazza il 26 marzo per dire basta a degrado e violenza». Così consiglieri e assessori della Lista Moratti. «Allora siamo stati indicati come fomentatori - ricorda il capogruppo Paolo Gradnik -. Ora la politica ammette che abbiamo aperto una strada». Soddisfatta l’assessore Mariolina Moioli: «Abbiamo costituito un modello che coniuga legalità e solidarietà. Come in via Triboniano, diventato un punto di riferimento nazionale. Serve un patto di legalità anche per gli immigrati e il permesso di soggiorno a punti». Edoardo Croci chiede «più poteri al sindaco e risorse» per arrivare a una rete di controllo con «duemila telecamere» e realizzare «il modello tolleranza zero».