Molestò 16 ragazze, imprenditore arrestato

L’uomo ha 33 anni. Le sue vittime adolescenti

da Milano

Molestava, minacciandole con una pistola o con un coltello, giovani donne nell'hinterland di Monza (Milano). Per questo un imprenditore edile di 33 anni, senza precedenti di polizia, sposato con figli, è stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Monza, per violenza sessuale aggravata. Almeno 16 le vittime tra i 13 e i 23 anni. L’uomo agiva sempre di mattina. In sella ad uno scooter avvicinava la vittima e poi mostrava una pistola, oppure un coltello e a questo punto costringeva la ragazza terrorizzata a subire palpazioni e toccamenti vari.
In almeno un caso la donna è stata costretta a ricambiare le attenzioni. Le indagini sono scattate nel giugno del 2004. Per i Carabinieri è stato difficile identificare l'uomo, ma grazie alle testimonianze delle vittime che hanno fornito la targa parziale dello scooter i militari hanno individuato un rosa di sospetti, fino ad arrivare a lui. L'imprenditore, robusto, occhi azzurri e capelli castani, un aspetto curatissimo, è entrato in azione a Villasanta, Brugherio, Seregno, Biassono e Carate Brianza. Al momento dell'arresto, avvenuto su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Monza, il molestatore seriale non ha detto nulla. Le indagini sono partite dalle descrizioni del molestatore seriale fornite dalla vittime (alto un metro e 75, robusto, occhi azzurri e aspetto curato) e dalla ricostruzione del numero della targa del suo scooter.