Molesta l’ex ragazza e finisce in manette

«Se mi pianti ti faccio perdere il lavoro»: è stata la più lieve minaccia che una donna milanese ha subito negli ultimi due anni dall'ex fidanzato che, dopo la rottura del loro rapporto, ha continuato a seguirla, talvolta brandendo un cacciavite e tempestandola con telefonate, sms e mettendole le mani addosso anche perché gli rivelasse il nome del nuovo compagno. Una «sistematica condotta di stalking» per il pm milanese Fabio Roia che ha chiesto e ottenuto dal gip, Marco Maria Alma, l'arresto di O.P., un quarantenne che è ora accusato di violenza privata e violenza sessuale. La situazione per la donna era diventata talmente insostenibile che si era vista costretta a licenziarsi e cambiare città, prima di denunciare le angherie che stava subendo. L'uomo era solito recarsi sul posto di lavoro dell'ex fidanzata e, spesso, qui avvenivano le minacce. O.P. è stato interrogato nel pomeriggio dal gip.