«Molesta la sua ex» Così il naufrago finisce alla deriva

MilanoDal kitsch in diretta dell’«Isola dei famosi», al pulp metropolitano. Stefano Zandri, il «Den Harrow», risorto dai naufragi della carriera con muscoli ipertrofici e lacrime tv, sembra davvero non conoscere mezze misure. Dai pianti ai cazzotti. Qualcuno dirà che gli estremi si toccano. Peccato che però ora la ribalta mediatica gli arrivi per l’ennesima denuncia che ha rimediato dalla sua ex. Chi ha dimenticato la «scena pietosa» (così è classificato su Youtube l’ormai celeberrimo clip) quando in collegamento dall’Isola piangeva a dirotto modello bimbo abbandonato? Biascicando quel, «Mi manchi Federica... ma stai davvero facendo la brava? Ma tu non vuoi che torno a casa perché stai meglio senza di me?».
Lei, la bella fidanzata Federica Bertoni, quel giorno lo rassicurò davanti a qualche milione di telespettatori. Sono passati tre anni da allora. E dalle dichiarazioni d’amore eterno si è passati al lancio di piatti. Non metaforicamente, almeno stando a quanto ha messo nero su bianco lei, stavolta davanti a polizia e carabinieri. Con tanto di legale ad assisterla, l’avvocato milanese Piero Porciani. Si parla di minacce, lesioni, percosse il tutto condito da una vera e propria persecuzione proseguita anche quando la bionda Federica ha deciso di fuggire trovandosi un appartamento finalmente da sola.
Sul caso ha aperto un fascicolo la procura di Milano, le carte sono finite sul tavolo del pubblico ministero Laura Amato. A indagare gli uomini della polizia Postale. Che tre giorni fa hanno convocato lo scultoreo Den notificandogli, su ordine del pm, una bella diffida: non deve e non potrà avvicinarsi, alla ormai ex. Né tantomeno importunarla con telefonate e sms. Gli agenti dal telefonino di lei ne hanno «estratti» mille e cinquecento, tutti spediti dal «naufrago» rancoroso. Il reato che si configura è quello di stalking. Dopo essersi ritirato dalla «prigione» del reality show, insomma, il buon Den, potrebbe rischiare la galera. Quella vera.
«Don't Break My Heart» cantava nel lontano 1987, uno dei (pochi) dischi che lo resero famoso. Il suo più grande successo, ma quasi un titolo profetico. Il «cuore spezzato» lo sta mettendo nei guai. Tanto più che giungono spifferi pericolosi pure dall’Australia, paese dove - spiega l’avvocato Porciani - «è tornata fuggendo un’altra ex fidanzata di Zandri». Si chiama Tamsyn Rose, ex modella trasformatasi in cantante. Anche lei giura di essere stata vittima del nostrano Den Harrow (che a dispetto dell’americanizzazione del patronimico nacque 47 anni fa nella periferica Nova Milanese). Lo scrive di proprio pugno in una lettera Tamsyn. Accuse pesanti le sue. «Racconta di abusi psicologici - puntualizza il legale -, di insulti, di gelosie morbose da parte dell’uomo. Addirittura di furti di denaro. Era così terrorizzata da non aver avuto il coraggio di chiamare la polizia».