Molinari mai sazi: Chicco secondo in Portogallo

Settimana piena di buone notizie per il nostro golf quella appena trascorsa. Il Portugal Masters: sul percorso dell’Oceanico a Vilamoura - 3 milioni di euro di montepremi, prima moneta di 500.000 - ritorno alla vittoria del 39enne australiano Richard Green al suo terzo successo sul Tour europeo dopo tante occasioni perse per «cedimento» nelle battute finali. Stavolta ce l'ha fatta con un giro finale in 65 colpi malgrado due colpi persi proprio nelle ultime tre buche. Ma quel che più conta, per noi, è il ritorno sul podio di Francesco Molinari dopo le fatiche (che ancora si fanno sentire) della Ryder. Francesco ha sfiorato il successo pieno piazzandosi al secondo posto, a due colpi dal leader, insieme allo svedese Karlsson, all'olandese Luiten e allo spagnolo Fernandez Castaño. Un secondo posto che ha visto Molinari giocare a corrente alternata con due 74, nella prima e terza giornata, e due 62 da record nel secondo e quarto giro: altrimenti…
Con la piazza d'onore Francesco è risalito in 11ª posizione nell'Ordine di merito europeo e al 30º in quello mondiale. Meno bene Edoardo Molinari, questa settimana, terminato al 52° posto ma sempre settimo nella classifica europea e 15° in quella mondiale. Ha mancato invece il «taglio», per la prima volta, Matteo Manassero che avrà modo di rifarsi questa settimana nel Castello a Valencia (diretta su Sky Sport da giovedì alle 15).
Per il Challenge Tour, il Roma Open by Rizza ha visto il successo del 21enne danese Andreas Harto che ha superato alla prima buca di spareggio lo svedese Joel Sjoholm. Successo anche per il circolo romano in quanto ad organizzazione e qualità dei concorrenti ormai in dirittura per il Gran Final di settimana prossima in Puglia, al S. Domenico. Tra gli italiani i migliori: Marco Crespi (17), Alessandro Tadini (24) Gagli e Maestroni (26).
Nell'Alps Tour, circuito di terzo livello, terza vittoria stagionale di Matteo Delpodio nel Masters 3 Al Pont Royal di Marsiglia. Il giovane torinese ha battuto sul filo di lana l'inglese Jason Barnes e ha conquistato la testa del relativo ordine di merito. Questa settimana ultima prova dell'Alps a Riva dei Tessali presso Taranto.
Ed ora Oltreoceano dove sul Tour femminile Giulia Sergas è giunta 25anel CVS Challenge, vinto dalla spagnola Beatrix Recari. La Sergas è risalita così in 74ª posizione nell'ordine di merito assicurandosi una delle 80 «carte» per giocare la prossima stagione. In Florida quarto successo americano per Domenico Geminiani nel Sugarloaf Mountain. Geminiani, quattordici anni, si è ancora una volta imposto sui giocatori della categoria 16-18 anni ed ora diversi college americani lo stanno corteggiando per averlo nel loro team.
Un’ultima notizia: In Sicilia sullo scenografico percorso del Picciolo alle falde dell'Etna va in scena dal 22 al 24 ottobre il Sicilian Senior Open che riporta l'Italia nel calendario del Senior Tour. Il Sicilian Open fa parte di un programma triennale di promozione del golf in Sicilia Voluto dalla Regione in collaborazione con la Federgolf. Al Picciolo oltre ai nostri Costantino Rocca, Peppe Calì e all'invitato Romolo Napoleoni scenderanno in campo altri 70 giocatori tra i quali i migliori del tour «over 50».