Una molotov nella notte contro la sede del Pdci

Nella notte tra sabato e domenica è stata lanciata una molotov contro la sezione del Pdci di piazzale degli Eroi. Fortunatamente però non ci sono stati feriti né sono stati riscontrati danni alla sede. Rinvenuta sul luogo una bottiglia di birra con stoppino. «È ora che le forze democratiche e le istituzioni reagiscano», hanno sbottato il segretario romano dei Comunisti italiani Fabio Nobile e quello regionale Mario Michelangeli. I due poi hanno chiesto al prefetto Serra di non autorizzare il corteo di Forza Nuova previsto per il 17 febbraio che, secondo quanto annunciato, dovrebbe partire proprio da Piazzale degli Eroi.
Diverse le dichiarazioni di solidarietà scaturite in seguito all’episodio. «L’attentato contro la sede del partito dei Comunisti italiani è inaccettabile - ha affermato il presidente della Regione Piero Marrazzo - una società civile non può tollerare che la violenza e l’intimidazione interferiscano nella dialettica politica». Dello stesso parere il presidente della Provincia Enrico Gasbarra: «Si tratta di un atto vile che va condannato senza esitazione». Altrettanto indignati sono apparsi gli esponenti del centrodestra. «Le distanze politiche - ha sottolineato il consigliere comunale di An Fabio Sabbatani Schiuma - non devono pregiudicare il rispetto nei confronti dell’avversario politico». Mentre il coordinatore di Forza Italia del XVII Municipio Luca Aubert ha aggiunto: «Siamo contrari a tutte le forme di violenza, da qualsiasi parte esse provengano».