Molotov da «YouTube» Condannati a 11 mesi

Undici mesi di reclusione, pena sospesa e 400 euro di multa. È la condanna inflitta ai tre giovani appena maggiorenni che il 1° settembre scorso, dopo aver appreso su YouTube come confezionare gli ordigni, lanciarono tre bottiglie molotov contro il muro di una casa di cura in vicolo dell’Annunziatella all’Eur. Ieri, dopo la richiesta di patteggiamento, la ottava sezione penale del Tribunale di Roma capitale ha condannato a quasi un anno di carcere Luca Petrelli, Filippo Montorsi. e Giacomo Di Lallo, gli autori della bravata insieme con due minorenni. I tre sono stati ritenuti responsabili dei reati di fabbricazione, detenzione e porto di ordigni ritenuti arma di guerra ovvero le bottiglie molotov. Alla polizia che li ha arrestò i tre, tutti incensurati, ragazzi della Roma bene e alunni del Visconti, avevano raccontato di avere agito per noia e di avere seguito per la fabbricazione del rudimentale ordigno le istruzioni fornite da un video amatoriale su YouTube.