«Molti danesi in città attirati dalle grandi firme»

Per sette giorni Milano ha interpretato il ruolo di capitale della moda che ha attirato orde di turisti, asiatici in pole position, ma non solo. Secondo Charlotte Sylvestersen, giornalista danese e curatrice di un portale sull’Italia per i suoi connazionali (www.italy.dk), le quotazioni della moda italiana sono cresciute: «Negli ultimi 10 anni Milano è diventata una meta importantissima per gli amanti della moda, al pari di New York, Parigi, Londra. Le notizie sulle nuove tendenze sono tra le più cliccate sul mio sito e molti danesi organizzano viaggi in Italia alla ricerca degli outlet dove trovare le grandi firme». Gli stilisti più amati dagli scandinavi? «Armani, Gucci, Prada e Dolce & Gabbana».