«Un momento importante»

Il voto degli ecuadoriani all’estero, chiamati a esprimersi per il ballottaggio delle Presidenziali tra il candidato di sinistra Rafael Correa e il conservatore Alvaro Noboa, incide del 2 per cento sul risultato finale. Una piccola ma determinante percentuale. I due sfidanti sono infatti dati alla pari dai sondaggi e tra sei giorni si deciderà chi guiderà il Paese sudamericano «speriamo per i prossimi quattro anni», come commenta Carla Maldonano, corrispondente del quotidiano El Commercio. «A Milano e a Roma le procedure del voto hanno funzionato bene per la prima votazione. Nessun disordine e tanto orgoglio di esprimere un voto importante per la propria nazione», spiega la giornalista ecuadoriana.