Monaco, Button re delle pole Raikkonen beffato: è secondo

Va a Jenson Button la pole position del Gp di Monaco. Rinasce la Ferrari di Raikkonen, seconda a 25 millesimi dall'inglese. Massa va a sbattere nella prima sessione, poi si riprende e chiude quinto. Kimi: "Bello tornare in prima fila"

Montecarlo - L’inglese Jenson Button (Brawn-Mercedes) ha conquistato la pole position del Gran Premio del Principato di Monaco, sesto appuntamento del Mondiale di Formula 1. Sul circuito cittadino di Montecarlo, nella terza e decisiva manche delle qualifiche è arrivata quarta pole stagionale (la settima in carriera) per il leader della classifica iridata, che ha chiuso con il miglior tempo in 1’'14"902 precedendo di appena 25 millesimi il finlandese Kimi Raikkonen (Ferrari).

Barricchello in seconda fila Terzo tempo in 1’15"077 poi per il brasiliano Rubens Barrichello (Brawn-Mercedes), che in classifica iridata segue Button -14, seguito a sua volta dal tedesco Sebastian Vettel (Red Bull) e dal connazionale Felipe Massa (Ferrari), quinto a mezzo secondo da Button. A seguire, sesto posto per il tedesco Nico Rosberg (Williams), settimo posto per il finlandese Heikki Kovalainen (McLaren-Mercedes), ottavo posto per l’australiano Mark Webber (Red Bull), nono posto per lo spagnolo Fernando Alonso (Renault) e decimo posto per il giapponese Kazuki Nakajima (Williams).

Raikkonen: bello tornare in prima fila "E' bello tornare in prima fila, ora speriamo anche di poter combattere per la vittoria". Kimi Raikkonen riporta la Ferrari in alto, grazie al secondo posto nelle qualifichee non nasconde l' ottimismo. "La macchina non è andata affatto male - ha proseguito il campione finlandese - abbiamo visto che la vettura é andata migliorando. Il risultato è sicuramente buono su questo circuito". Si deve accontentare della terza fila Felipe Massa, rimasto chiuso nel traffico durante l'ultimo turno di qualifiche. "Questa è un'altra prova che la macchina cresce - ha detto il brasiliano ai microfoni della Rai -, siamo lì in lotta per le posizioni più importanti. Quanto alla gara di domani è bene partire tra i primi cinque, e credo che abbiamo una buona macchina per lottare".