Dopo-Mondello Non c’è accordo sulla ripartizione dei consiglieri

Cambia volto la rappresentanza del mondo imprenditoriale all’interno della Camera di Commercio della Capitale anche se, per il momento, associazioni imprenditoriali come Confcommercio hanno scelto la strada dell’attesa designando, oltre al proprio presidente Cesare Pambianchi, dei funzionari e non dei rappresentanti “politici”. Molti i volti nuovi che siederanno al tavolo ovale di via de’ Burrò tra i quali verrà scelto il successore di Andrea Mondello. All’appello manca solo un nome, il trentaduesimo, perchè non è ancora stato stabilito a quale organizzazione del commercio spetti la designazione. E sull’argomento la Confcommercio ha già presentato ricorso al Tar del Lazio ritenendo le spetti di diritto. Sul futuro assetto della Camera di Commercio, penderà probabilmente un secondo ricorso al Tar, per ora solo annunciato, dell’Unione industriali. La Uir contesta i dati economici elaborati dall’ l’Istituto Tagliacarne sull’ultimo quinquennio e sulla base dei quali la Regione Lazio ha definito il ’pesò dei diversi.