Mondiali, in arrivo una pioggia di cartellini

La Fifa chiederà agli arbitri dei mondiali di essere severissimi: cartellino rosso automatico per entrate violente, falli duri, gomitate e cartellino giallo per ogni trattenuta e per ogni maglia tirata. Le nuove direttive entreranno in vigore dal 1° luglio, ma gli arbitri e gli assistenti dei mondiali (9 giugno-9 luglio) dovranno applicarle da subito: «si tratta - dice un comunicato della Fifa - di un chiaro messaggio al mondo del calcio».
Nella sua riunione di ieri, l’International Board si è occupato anche del problema dei gol-non gol. Anche a questo proposito c’è qualche novità di rilievo. Così la linea di porta verrà controllata come l’ingresso di una banca, da quattro telecamere che però registreranno 200 fotogrammi al secondo, al posto degli attuali 25. Il calcio mondiale, in sostanza, ha detto sì alla proposta avanzata dal presidente italiano Carraro e ha stabilito che l’esperimento tecnologico per intervenire sul gol-non gol venga fatto nel 2007. La Fifa non esclude che, in futuro, un procedimento analogo venga adottato per accertare (o negare) un fuorigioco. Già dai mondiali, invece, si pensa a un contatto costante via radio tra arbitro e assistenti, escludendo però la forma attuale che «quegli apparecchi fanno assomigliare i direttori di gara a rock star».
Sul futuro delle telecamere da piazzare sulla linea di porta o più probabilmente su traversa e pali, incombe la minaccia di un’azione legale già annunciata da parte dell’italiano Gabriele Cruciani, che ha inventato e brevettato il sistema di telecamerte e microchip.