«Il mondo è cambiato E le donne sono davvero toste»

Era caporale istruttore in un reparto alpino di artiglieri. Il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, ripensando ai suoi giorni da militare, nei primi anni Settanta, dice che non avrebbe mai potuto immaginarsi, allora, una donna al comando di una compagnia al posto dei suoi duri superiori.
Che effetto le fa?
«Rispetto a quando ho fatto il militare io, è tutto diverso. È un mondo sottosopra. Ero artigliere. Noi eravamo quelli che portavano gli obici sui muli».
Quando ha fatto il militare?
«Erano i primi anni Settanta: 1972-73. Ero nella brigata Cadore, gruppo Lanzo, 47ª batteria. Ero caporale istruttore. Stavamo a Belluno. D’estate dentro l’armeria studiavo lì dentro le teorie sul plusvalore di Marx».
E allora cosa era diverso?
«Se penso ad allora, non riesco a immaginare al posto dei miei burberi ma simpatici superiori un tenete donna. Però sono passati tanti anni e le donne sanno essere veramente toste. Ai miei tempi sarebbe stato inimmaginabile, anche a livello di organizzazione».
In che senso?
«C’erano camerate per soli uomini, per esempio. Era un mondo totalmente maschile. Adesso la società è cambiata, per fortuna».
E secondo lei l’esercito è pronto per le donne o bisognerebbe fare di più per accoglierle?
«È difficile dirlo. Vado spesso all’Accademia militare, alle feste della Polizia e della Guardia di Finanza. A me pare che ci sia una presenza femminile sempre più forte. È ormai scattato un meccanismo culturale. Fra un po’ non farà neppure più notizia una donna al comando».