Calciatori in Africa, serie A in rivolta

Dall'Italia 24 in partenza per la Coppa continentale ma le società si oppongono. E pure nel resto del mondo è allerta

La coppa d'Africa mette paura al calcio. Dal 17 gennaio all'8 febbraio si svolgerà in Marocco il torneo per nazioni del continente africano. Quindici squadre sfideranno la Nigeria campione in carica. Ma non è il campo, non sono le tattiche degli allenatori a preoccupare il mondo del football. Il terrore si chiama ebola, un male che è oscuro ma sta devastando corpi e menti in Europa e nel resto del mondo, in Africa prima di tutto.

Casablanca, Rabat, Fes, Marrakech, Tangeri, Agadir sono le città sedi degli incontri ma c'è il pericolo che la coppa africana salti in aria per motivi di sicurezza sanitaria. Molti club spagnoli e inglesi, olandesi e tedeschi stanno pensando di trattenere i loro calciatori africani, per evitare il rischio di contagio durante il raduno e il ritiro che verrà definito dalle varie federazioni. In Italia nessuno si è ancora occupato del caso, né i giornali, né la Lega professionisti, né la Federcalcio, né il Coni. Sono 24 i calciatori africani che giocano in serie A e che probabilmente verranno convocati per l'edizione marocchina del torneo, nigeriani, marocchini, senegalesi, algerini, maliani, l'ivoriano Gervinho e una robusta presenza (9) del Ghana, tra questi i due milanisti, Essien e Muntari e lo juventino Asamoah. Non è un problema marginale, diventa anche una questione politica e diplomatica, la Fifa potrebbe intervenire chiedendo opportune garanzie mediche, difficilmente Joseph Blatter prenderà posizione sulla vicenda, rischiando di perdere voti in Africa, bacino importante per la sua quinta rielezione. Dovrebbero essere gli stessi calciatori ad assumersi la responsabilità di una scelta che va oltre la lealtà sportiva, la fedeltà alla nazione e riguardano, invece, non soltanto la loro salute. Già in passato il calcio aveva dovuto affrontare il problema dell'Aids, venne proibito ai calciatori di arrotolare i calzettoni sulle scarpe, fu addirittura consigliato di evitare i baci e le effusioni dopo i gol, i medici e i massaggiatori, da allora, usano guanti in lattice per i primi soccorsi degli atleti infortunati in partita.

Ma ebola non ha limiti, il contagio può essere avvenuto prima di qualunque partita, il territorio africano è vastissimo, il periodo di incubazione va da due a tre settimane e la morte fulminante può avvenire nello stesso periodo. Il calcio cerca di proteggersi, qualche cialtrone potrebbe pensare al solito egoismo dei grandi club che preferiscono trattenere i propri calciatori. Ma questo è un caso davvero diverso ed estremo. In Spagna la psicosi è fortissima, il virus è arrivato in Europa proprio da lì. Lass Bangoura, del Rayo Vallecano, aveva raggiunto il raduno, in Marocco, della sua nazionale, la Guinea Conekri, nonostante il club spagnolo gli avesse chiesto di rinunciare. Ma il calciatore ha deciso di rientrare a Madrid, dopo essersi reso conto che il resto della sua nazionale non aveva effettuato tutti i controlli medici necessari. La paura ha preso anche altre discipline. La federazione ciclistica di Burkina ha deciso di cancellare il tour del Faso, in Cina gli organizzatori dei giochi della gioventù hanno respinto la richiesta di partecipazione di Nigeria, Liberia e Sierra Leone. È soltanto l'inizio di una storia maledetta.

Commenti

linoalo1

Gio, 09/10/2014 - 09:16

Hanno perfettamente ragione!Perchè rischiare la vita?E poi,se uno si infetta e porta l'Ebola in Italia??Lino.

plaunad

Gio, 09/10/2014 - 09:48

Io mi chiedo se nel mondo esista ancora il buon senso. C'é una spaventosa epidemia di un male incurabile. Ed invece di blindare quel posto che fanno? Ci vanno da tutto il mondo a giocare al calcio. Ma sono impazziti?

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 09/10/2014 - 10:07

Che risposta ti dai plaunad? Io credo che l'Ebola sia un test per la massoneria, mi spiego meglio, cominciamo a diffondere l'allarme ebola e vediamo come reagisce la massa, in base a questo studiamo le strategie future per tenere in pugno centinaia di milioni di persone. Una specie di stress test. Oppure, cosa ancora più drammatica, siamo troppi sul pianeta, a breve non ci sono possibilità di fa evacuare l'elite verso altri pianeti o stazioni spaziali costruite ad hoc, ti faccio presente che a luglio-agosto abbiamo già bruciato tutte le risorse che il pianeta può offrire per l'anno in corso... quindi che s'inventano i padroni del pensiero unico? Facciamo morire qualche milionata di persone, un'altra milionata la curiamo con i farmaci (così le industrie farmaceutiche si fanno il loro guadagno, e sfoltiamo un po' di gente sul pianeta. Mai nulla accade per caso e, dietro gesti apparentemente folli, spesso si nascondono piani lucidi, studiati a tavolino...

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 09/10/2014 - 10:26

Se vogliono andare a giocare, che vadano pure l'importante è che non tornino indietro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 09/10/2014 - 10:44

Questi si preoccupano(giustamente) dei calciatori(che costano un occhio),nessuno considera che solo in italia,quanta gente,va e viene(più che viene),da queste aree!!

domenico.fumante

Gio, 09/10/2014 - 10:49

Mandiamo la ministra Lorenzin,il ministro giuda,pinocchio,riccardo cuor di leone,e compagnucci vari

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 10:56

Caro Loudnes mi trovi perfettamente d'accordo. Ricordo anche dei films americani con trame simili ed il solito generale ottuso che aveva pronta la bomba adatta a distruggere tutti uomini berstie e virus o bacilli vari, piazza pulita. Ho la sensazione che se non si riesce a contenere ebola, qualche bombolone provvidenziale possa anche essere usato, a mali estremi estremi rimedi, del resto la sovrapopolazione ci porta inesorabilmente verso una fine gia vista e rivista, basta osservare cosa succede con gli esperimenti con i topi , a noi cosi' affini. Son troppi? malattie e guerre tra di loro, fino poi a calmarsi quando si ristabilisce l'equilibrio tra popolazione e risorse disponibili. é tanto semplice, quasi banale. Tutti si dimenticano che l'uomo é un animale come gli altri, no, chiedo scusa, non volevo offendere gli animali. Salutoni!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 11:00

Ho sempre pensato che i nostri governanti, che con la loro sapienza, competenza e lungimiranza, sono da condannare penalmente con l'accusa di omicini intenzionale. Mi spiego meglio: con le loro bieche leggi hanno portato il nostro paese allo sfascio, alla rovina. Hanno provocato la serie di suicidi di brava gente che per la vergogna si sono "rottamati " definitivamente. Ora

mar75

Gio, 09/10/2014 - 11:05

Dai scatenate il panico, come per l'influenza aviaria e il morbo della mucca pazza. Ormai chi va in Africa è in pericolo di contagio da ebola secondo la vostra mente illuminata.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 11:15

I nostri governanti dovrebbero essere perseguiti penalmente con l'accusa di omicidi prorimi aggravati, perché ? Hanno provocato numerosi suicidi di piccoli imprenditori che per colpa di assurde ed inique leggi , tasse, balzelli vari, per colpa della bieca persecuzione in atto tuttora in Italia da parte di Equitalia e di chi le permette di agire cosi', per colpa di leggi incredibilmente stupide, hanno provocato tutte le disgrazie di questo mondo. Ora con Mare Nostrum cosa voglione ancora fare? Importare ebola? Ma se non riescono neanche a proteggere gli operatori d'accoglienza, credono forse che una mascherina da quattro soldi e dei guanti possano bloccare questa pestilenza. Ma siamo governati da dei criminali CRIMINALI, questo sono. Chi se ne frega del calcio, chi se ne frega dello sport tutto, quando saremo infettati che faremo? Voteremo ancora un nuovo Alfano e compagnia bella? Altro che articolo 18, articolo mortis. Siamo troppi su questo pianeta, e siamo come i topi. Questi quando sono troppi si massacrano a vicenda fino a quando non raggiungono un certo risultato: risorse e popolazione eguali. Legge di natura, inevitabile, l'uomo é un animale, il peggiore ed é vittima di se stesso. Grande Predatore vittima di micro predatori. C'est la vie ! Intanto mandiamo tutti i nostri politici ed i loro compari ( circa 1.300.000 persone ) a farci vedere come si affronta questa emergenza. Che ci diano l'esempio di fatto, che ci facciano vedere quanto sono efficaci le loro idee, ma sulla loro pelle, non sulla pelle degli altri, che son pure pagati poco.

Rossana Rossi

Gio, 09/10/2014 - 11:15

Loudness scrivi solo cretinate, spandere un virus incurabile non conviene a nessuno e quindi hanno perfettamente ragione a non andare a giocare in Africa. Io chiuderei le frontiere.

Ritratto di Roybean

Roybean

Gio, 09/10/2014 - 12:11

"In Italia nessuno si è ancora occupato del caso, né i giornali, né la Lega professionisti, né la Federcalcio, né il Coni".[cit.] Figuriamoci, solo ad accennarne strilli indignati, denunce, interrogazioni parlamentari, dichiarazioni sdegnate di Kyenge, Vendola, Boldrini e Platinì,squalifiche, denunce, processi, richieste PD di dimissioni...

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 09/10/2014 - 12:34

Mandiamo in africa la boldrini con tutto il suo staff, chissà mai che non ci rimanga.

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 09/10/2014 - 12:48

Rossana Rossi sono d'accordo con lei, io scrivo solo cretinate. Resta da capire come mai però, nonostante l'allarme ebola, il Governo italiano non sta seguendo la strada da lei indicata che è sicuramente la più intelligente, ma sta facendo finta di nulla aprendo le porte a migliaia di immigrati alla settimana che arrivano da zone a rischio ed approdano belli pacifici sul nostro suolo, che è poi la cretinata da me descritta. Ricorda l'aviaria? Anche quella incurabile... e poi? Che fine ha fatto? Si ricorda gli allarmi, la corsa ai vaccini, gli speciali tv, documentari, la gente che adottava i comportamenti più stravaganti... Periodicamente vengono fatti dei test su milioni di ignare persone per vedere le reazioni e aggiustare le strategie per creare il Novus Ordo Mundi... che naturalmente non esiste e anche questa, gliel'anticipo, trattasi di mia cretinata.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 09/10/2014 - 12:50

Calciatori in Africa, la serie A in rivolta ..... e pure nel resto del mondo è allerta ..... ..... ..... TRANNE IN ITALIA DOVE, NONCURANTI, ANDIAMO A RACCATTARE PER MARE MIGLIAIA DI CLANDESTINI, CLANDESTINI CHE CI HANNO GIA' OMAGGIATO DI TUBERCOLOSI, MALATTIE SESSUALI, COLERA, SCABBIA; ora, il nostro governo di delinquenti, sta facendo di tutto per omaggiarci anche dell'EBOLA!!!!! QUESTO GOVERNO VA MANDATO SOTTO PROCESSO PER ATTENTATO ALLA SALUTE PUBBLICA!!!!! destre, cosa aspettate?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 13:00

Ma mandiamoli tutti in Africa, biglietto di sola andata classe VIP ma SOLA ANDATA. Un bel repulisti in casa nostra, CHE SOGNO.CHE SOGNO. Nelle nostre città ci sono quartieri abbandonati in mano a delinquenze multietniche, cosa fanno lor signori? Nulla, ma io ci manderei i carri armati, demolirei tutto con quelli dentro oppure no. Poi via tutti fuori dalle palle una volta per sempre. L'Italia agli italiani ed alla GOGNA TUTTI STI PARLAMENTARI DA QUATTRO SOLDI, INCAPACI, PRESUNTUOSI, LADRONI, LORO E TUTTO IL LORO SEGUITO; UTOPIA PERCHE' CI SON SEMPRE UN MUCCHIO DI ITALIOTI CHE LI VOTANO. Dicono che tutto l'affare é in mano alle mafie, benissimo, allora guerra alle mafie, basta con pentiti a comando, al muro , fucilazione come fece Mussolini tanto criticato. Lui la mafia la fece fuori e se questa é risorta é per colpa degli americani quando prepara

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 13:07

Frontiere chiuse, repulisti in casa nostra. Guerra alle mafie come fece Mussolini, lui si che ci riusci', non ebbe paura di usare la forza, la sola cosa che possa ottenere dei buoni risultati. Assassini plurimi ? Benissimo, fucilazione e tanti saluti. E' ora di dire basta a tutta sta pletora di buonisti, vorrei vedere se fossero loro ad esser vittime....Ipocriti qualunquisti.Il cancro va estirpato tutto anche se l'operazione é demolitrice, solo cosi' si puo' sperare di salvare il resto.Dicevano gli antici mors tua vita mea, affanculo l'Africa e tutto il resto, sono italiano e difendo il ;,mio paese ne ho tutto il diritto e chi me lo vieta é un TRADITORE della Patria. Viva l' Italia

1967

Gio, 09/10/2014 - 13:53

Che ipocrisia. E tutti quelli che grazie ad Alfano arrivano sui barconi invece sono senza rischi ?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 09/10/2014 - 14:14

Bene Moshe: allora facciamo una sottoscrizione, ci sarà pure un avvocato penalista che possa consigliare per il meglio no!? Vediamo quanti di noi son d'accordo, ma stavolta non con i forconi spuntati ma con randelli nodosi e giu botte e ppiù strillano più botte. Che imparino a far le persone oneste. Personalmente sono sempre stato un democratico, magari non sono d'accordo con quel che tu pensi ma difendo il tuo sacrosanto diritto a dirlo, questa é vera democrazia. Ma quando becchi un sacco di soldi, quando ti becchi la scorta che ti deve proteggere, e perché poi ti si deve proteggere se sei una persona onesta ? quando migliaia di poliziotti sono al solo vostro servizio branco di malfattori, noi del popolo siamo alla mercé della deiinquenza che opera in tutta tranquillità, e se solo ti provi a difenderti diventi tu il criminale. Ma che siamo diventati tutti matti ? Ma quale credo politico puo' sottoscrivere questa assurdità? Ma perché noi persone oneste dobbiamo barricarci in casa, trasformare le nostre abitazioni in prigioni di fatto, lasciando libero passeggio alla delinquenza ? Personalmente abito in campagna, dove non lo dico altrimenti....ma ho adottato un semplice sistema: Ogni tanto di sera, esco nel mio giardino e tiro un paio di colpi con un revolver a salve, sono munito di revolver con palle in caucciou e, se il caso lo richiede anche palle ben ramate, il calibro non lo dico ma é altamente sufficiente. Tirando a salve, e ne ho tutto il diritto, segnalo agli eventuali malintenzionati che non ci messo due secondi per fornir loro del buon piombo. Questi consapevoli delle mie dichiarate intenzioni di cui non faccio mistero alcuno, pensano bene di andare altrove, sai com'é una palla in mezzo agli occhi certo non é piacevole. Mors tua vita mea esigo il rispetto della mia incolumità e se me la negano allora é guerra, tanto perso per perso. Solo che mi piacerebbe impallinare, pallini piccoli da passerotto, i bei culi che escono dal parlamento e dal senato. Impallinandone una diecina gli altri probabilmente capirebbero l'antifona. MA E' MEGLIO NON FARLO. SIAMO PERSONE PER BENE. ALMENO FINO A QUANDO CE LO ¨PERMETTERANNO. Meditate gente meditate.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 09/10/2014 - 15:04

@siredicorinto:certo,è meglio un cattivo processo(scontato il italia per autodifesa),che un bel funerale!