14 mesi di carcere per avere usato Pokemon Go alla guida

Uccise una donna e ferì una seconda perché distratto dalla popolare applicazione

È stato condannato a quattordici mesi un agricoltore giapponese, colpevole di avere ucciso una donna e averne ferito gravemente un'altra, mentre giocava a Pokemon Go alla guida di un autocarro.

La sentenza emanata in Giappone è il primo caso di questo tipo dal lancio del gioco e fa giustizia su quanto avvenuto lo scorso 23 agosto,quando il 39enne Keiji Goo investì e uccise una 72enne che attraversva la strada nella città di Tokushima, e una seconda donna, sopravvissuta all'incidente.

Dura la sentenza del tribunale, ma meno rispetto a quanto chiesto dall'accusa, che puntava a 20 mesi di carcere. Secondo la difesa il condannato non presenterà ricorso. "Una grave negligenza", ha sottolineato il giudice, ha portato al disastro, che l'agricoltura non ha potuto prevenire.

Il caso su cui la Corte si è espressa è uno dei tre incidenti mortali che si sono verificati nel Paese dallo scorso 22 luglio, quando la popolare applicazione è stata lanciata sul mercato.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 31/10/2016 - 14:25

Solo 14 mesi? Tanto vale la vita di una donna in giappone? O ci sono dietro i soliti interessi pecuniari di software house e colossi di elettronica?